Robur, due vittorie e passaggio del turno

Varese supera Maddaloni e Biella, oggi c'è Livorno. Garbosi: "Siena favorita, ci affidiamo ai nostri esterni"

Entrano nel vivo le finali nazionali di basket under 18 di Pescara, la rassegna più attesa tra quelle dedicate alla formazioni giovanili in quanto diretta "discendente" del vecchio campionato juniores.

Tra le magnifiche 16 c’è anche la Abc Robur er Fides affidata a Fabrizio Garbosi (foto), che può contare su un gruppo ricco di talento, al quale manca purtroppo la "guglia" Davide Rosignoli. Il lungo sta svolgendo la rieducazione dopo il grave infortunio al ginocchio che lo ha costretto a chiudere la stagione in largo anticipo, condizionando in negativo anche il cammino della prima squadra.
La Robur comunque è partita con il piede giusto in riva all’Adriatico: prime due partite e altrettante vittorie ottenute contro Maddaloni e Biella. Oggi, martedì, alle 19 terzo match contro Livorno: le due squadre sono entrambe promosse al prossimo turno, vincere significa accedere direttamente ai quarti e godere di una giornata di riposo.

«Quello con Livorno sarà un bel test» racconta coach Garbosi. «I toscani sono una squadra molto forte tra i lunghi, guidati dall’ottimo Renzi: sotto canestro rischiamo di pagare l’assenza di "Ross" e siamo costretti a giocare con quintetti strani. Con Marusic e Martinoni schierati a marcare i pivot avversari, tanto per capirci». Varese si affida così alla propria, straordinaria, batteria di esterni che comprende giocatori del calibro di Padova (foto Sportlight) e Santambrogio. «Vedremo se i nostri "piccoli" prevarranno sulla potenza di Livorno e, con il prosieguo del torneo, delle altre squadre».

Il tricolore ha una favorita su tutte, la Montepaschi Siena (Barozzi, Eliantonio), che da anni compie un reclutamento su scala nazionale che le ha permesso di vincere le ultime due edizioni. Dietro i biancoverdi un folto gruppo di pretendenti: dall’esplosiva Casalpusterlengo di Aradori e Poletti alle fisiche Roma e Virtus Bologna (Stojkov, Novi). A seguire la stessa Varese, la Fortitudo di Diviach, Livorno, Virtus Siena (Rullo) e Pesaro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.