Rosa: “Busto Civitas farà opposizione in modo propositivo”

Mentre nella maggioranza è ancora lite sulle deleghe (la Giunta è stata presentata, ma non è ancora ufficialmente in carica) Rosa e i suoi confermano la linea del "terzo polo"

A Busto le acque non accennano a calmarsi. In una situazione ancora caotica,
la maggioranza è ancora divisa sulle deleghe di Giunta, non ancora
ufficializzate, nonostante la presentazione in pompa magna di sabato scorso. Si discuterebbe della possibilità di "considerare"
il neoassessore alla salute Angelo Carenzi non più come indipendente, ma come
assessore in quota Forza Italia: a rischio, dunque, uno degli altri tre
posti assegnati agli azzurri, con quale entusiasmo di questi è
intuibile. Di questo passo, o la soluzione arriverà alla svelta, o
diventerà difficile riuscire a tenere il previsto primo consiglio
comunale di giovedì sera: si rischia un rinvio.

E mentre nella maggioranza si lotta silenziosamente, per Luigi Rosa e i suoi seguaci di Busto Civitas, dopo il voto amministrativo, è tempo di bilanci e dichiarazioni d’intenti. "Un risultato importante e che ci lascia soddisfatti": così Rosa, parlando con la stampa questa mattina nella sede del movimento, commenta l’esito delle elezioni, che ha visto l’ex sindaco ricevere il 15,32% dei voti. Lunedì si è riunita l’assemblea dei soci di Busto Civitas, e l’impegno del movimento, aprodato in consiglio comunale con tre consiglieri (oltre a Rosa, Carlo Fontana e Mario Cislaghi), è stato confermato in pieno. "Fra i nostri soci c’è partecipazione, c’è spirito critico ed autocritico, c’è inesperienza ma anche tanto entusiasmo" aggiunge Alessandro Marelli, presidente di Busto Civitas. "Siamo ormai la seconda forza della città" dichiara Rosa: in realtà l’Ulivo ha avuto il 18,4% dei voti, Busto Civitas e Busto dei Quartieri insieme l’11,7%. Dettagli aritmetici a parte, resta la questione chiave: che fare adesso? Il movimento guidato da Rosa si poneva e si pone come terzo polo, alternativo a CdL e Unione, ed in tale direzione intende proseguire. "Daremo una caratterizzazione culturale alla nostra azione, e i soci ci hanno indicato precisi indirizzi èper la nostra azione in consiglio" spiega Rosa."Fra questi, la creazione di due gruppi di lavoro legati uno alle tematiche più tecniche, come bilancio e urbanistica, e l’altro ai temi di carattere più sociale. Intanto stiamo attivando il tesseramento e creando una vivace sezione giovanile". Non solo i giovani, fra gli obiettivi di Busto Civitas: "vorremmo creare anche una consulta femminile" aggiunge Carlo Fontana. "Si è straparlato di donne in politica per tutta la campagna elettorale, con tanto di Lista in Rosa eccetera, poi quando vai a vedere in Giunta di donna non ce n’è una…"

Rosa riprende anche la vicenda, denunciata ieri, delle delibere "fantasma" non ancora pervenue ai consiglieri comunali, benchè per domani sera sia convocato il Consiglio. "I documenti ancora non ci sono" lamenta Rosa, ricordando che fra le delibere latitanti c’è nientepopodimeno che quella relativa agli indirizzi di governo della nuova Giunta… ". Il tutto mentre c’è urgenza di affrontare questioni di bilancio, la vicenda degli asili nido e del loro personale, il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, il Piano provinciale dei rifiuti… Di quest’ultimo, che ne è stato? La Regione ha già inviato le sue osservazioni a Villa Recalcati, ma non se ne parla più: e data la sua impoprtanza per Busto, il Comune dovrebbe farsi carico di riprendere la questione". Comunque, in ultima analisi Busto Civitas "farà opposizione costruttiva e propositiva: abbiamo competenza ed esperienza in vari campi, e la metteremo a frutto per affrontare le questioni sul tappeto. Già in campagna elettorale, del resto, siamo stati gli unici a non fare polemica, a non accusare questo o quello ma a concentrarci sui problemi della città, e il voto dei bustocchi lo ha riconosciuto".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore