Rubinetti a secco, tocca a Viggiù

Continua il lavoro dei vigili del fuoco per rifornire Daverio, Galliate e Azzate

L’estate non è ancora iniziata, ma la carenza d’acqua, già ora, a metà di giugno, non dà tregua. E dopo i problemi di approvvigionamento idrico in Valbossa, con Daverio, Azzate e Galliate Lombardo restati senz’acqua, oggi tocca a Viggiù. Nel paese della Valceresio è iniziato oggi il rifornimento idrico con autobotti dei vigili del fuoco di Varese. «Una situazione di penuria d’acqua che per il momento riguarda la parte alta del paese – afferma il sindaco Federico Rizzi – ma che certamente non è da prendere sottogamba. Per questo motivo abbiamo disposto l’approvvigionamento idrico che viene garantito dai vigili del fuoco di Varese. L’acquaedotto di Viggiù è di proprietà di una spa composta dai comuni di Saltrio, Clivio e Sogeiva. Proprio in seno a questa società stiamo operando le analisi di potabilità dell’acqua estratta da un nuovo pozzo di captazione. Dalla prossima settimana vedremo i risultati di queste analisi per decidere se utilizzare o meno l’acqua. Certo la situazione non è rosea, dal momento che la falda della Bevera, dove ci riforniamo, si sta abbassando».
Il sindaco promette la realizzazione di un piano di intervento che è tuttora in via di elaborazione e che permetterà, l’anno prossimo con la sua entrata in vigore, di evitare problemi come quelli che si sono verificati in questi giorni. Nel frattempo un occhio va al cielo, per il momento privo di nuvole. Le precipitazioni ci saranno, dicono dal centro Geofisico Prealpino, anche nel weekend ma più che altro a carattere di rovescio e non in modo prolungato; fattore, questo, che potrebbe vanificare le speranze di chi spera nella pioggia come manna per far innalzare le falde acquifere della provincia di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore