Satanismo, si riapre il caso di Christian Frigerio

Il giovane scomparve da Brugherio nel novembre 1996; il caso fu inizialmente collegato alle Bestie di satana e poi stralciato, ora nuovi elementi potrebbero riaprirlo

Il procuratore di Monza Antonio Pizzi sta riaprendo il caso della scomparsa di Christian Frigerio (foto), 22enne scomparso da Brugherio una sera di novembre di dieci anni fa e mai ritrovato. La vicenda era stata inizialmente legata alla vicenda delle Bestie di satana, sulla quale Pizzi ha lavorato da procuratore a Busto Arsizio, per essere poi stralciata in mancanza di elementi decisivi. Ma il procuratore non ha smesso di interessarsene ed ora, in presenza di nuove evidenze e di testimonianze utili, ha deciso di riaprire il fascicolo.

Pizzi ha dunque riaperto il procedimento con l’ipotesi di omicidio a carico di ignoti; si indaga comunque nell’ambito del satanismo e delle sette presenti in zona. Il nome di Brugherio ritorna anche nella vicenda delle Bestie di satana: originari di quella città dell’hinterland milanese sono infatti due degli imputati già condannati  a pesanti pene detentive nel "maxiprocesso" bustese di primo grado alla setta. Da qui ad ipotizzare collegamenti diretti, tuttavia, vi sono ancora vari passi da compiere – e il procuratore si ripromette, tramite i nuovi elementi acquisiti, di fare luce su quanto accaduto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.