Schiamazzi notturni e assessore bugiardo: niente sonni tranquilli per troppi cassanesi

Il consigliere comunale dell'Ulivo De Palo chiede chiarimenti sugli schiamazzi notturni e presenta un'interpellanza in Comune

Riceviamo e pubblichiamo

Cassano Magnago non è certo paragonabile al Bronx o alla periferie più degradate delle grandi città italiane.

E’ una città nella quale si vive – tutto sommato – bene, ma dove il diritto al riposo non viene garantito a tutti i cittadini .

Lo sanno bene quelle centinaia di Cassanesi che –esasperati- in questi ultimi mesi hanno messo nero su bianco la loro rabbia e hanno presentato diverse petizioni al Sindaco, all’Assessore alla Sicurezza e al comandante della Polizia Locale per chiedere interventi urgenti. Senza contare le chiamate notturne rivolte alle varie Forze dell’Ordine, che solo poche volte si sono rivelate risolutive.

Ma l’Assessore alla Sicurezza Luciano Lettieri, dalla pagine di un quotidiano locale, il 28 maggio scorso, dice che tutto ciò non è mai successo.

Lui nega che siano mai giunte in Comune petizioni firmate da suoi concittadini; egli nega addirittura di aver ricevuto personalmente –insieme al Sindaco ed al suo più stretto collaboratore, il Comandante della Polizia Locale – delegazioni di cittadini arrabbiati dopo troppe notti insonni.

Tutto ciò è gravissimo e , attraverso un’interpellanza che abbiamo presentato al Sindaco, vogliamo dimostrare con dati alla mano la falsità di  quanto affermato dall’Assessore Lettieri.

Ma abbiamo voluto presentare direttamente al Sindaco quell’interpellanza anche perché consideriamo molto grave il silenzio del primo cittadino su tutta questa vicenda. Non sappiamo come interpretarlo : si tratta di un “silenzio-assenso” rispetto alle bugie dell’Assessore Lettieri o si tratta di imbarazzo ?

Proprio per dar modo a Morniroli di chiarire la sua posizione e quella della sua Giunta, speriamo di sentire da lui sette risposte chiare alle sette semplici domande che gli poniamo.

Molte cose dipendono dal tenore di tali risposte : innanzitutto la speranza per molti Cassanesi di vedere rispettato il loro diritto al riposo notturno. Ma anche la credibilità di un Assessorato (non quella dell’ Assessore Lettieri, ormai ridotta ai minimi termini) e del Corpo di Polizia Locale sulla cui efficienza ed efficacia ultimamente sono stati sollevati non pochi dubbi: dall’Assessorato alla Sicurezza, infatti, l’anno scorso era stato annunciato il progetto di video-sorveglianza per contrastare l’abbandono dei rifiuti sul nostro territorio con la collaborazione di aziende private che avrebbero messo a disposizioni i loro impianti video. Peccato, però, che né Lettieri né nessun altro prima di tale annuncio si fosse preoccupato di verificarne “sul campo” la fattibilità ; e così di quel progetto è rimasto solo l’annuncio, mentre invece i rifiuti abbandonati nei boschi e sulle strade continuano ad aumentare.

Ma vanno ricordati anche quegli episodi di teppismo che sono avvenuti all’esterno di Villa Oliva, il 15 Maggio scorso, praticamente sotto gli occhi degli agenti della Polizia Locale in servizio durante i lavori del Consiglio Comunale. Piccoli episodi, ma gravissimi.

Insomma, qualcosa  non funziona in quell’Assessorato, è ora che il Sindaco ne prenda atto.

E’ per questo che ci aspettiamo da lui un intervento deciso nei confronti  dell’Assessore Lettieri, nelle forme e nei modi che il Sindaco riterrà più opportuni, capace di riportare all’efficacia ed al prestigio di qualche mese fa quel pezzo importantissimo della macchina comunale che è  la Polizia Locale.

Non pensiamo di pretendere la luna se ci attendiamo dal Sindaco parole chiare ; rispondendo alla nostra interpellanza, Morniroli avrà l’opportunità di pronunciarle.

Francesco De Palo
consigliere comunale dell’Ulivo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore