Sciolti i dubbi, il Varese si iscrive alla C2

Luca Sogliano: «Gesto di buona volontà. Per il mercato aspettiamo a partire». Sehic verso la Svizzera

Con cinque giorni di anticipo sulla scadenza, fissata per il 27 giugno, il direttore generale del Varese 1910 Luca Sogliano ha sciolto i dubbi relativi all’iscrizione dei biancorossi al prossimo campionato di serie C2.

È lo stesso Sogliano (a destra nella foto, accanto a Papini e Mangia) a spiegare "l’iter" della decisione, legata a filo doppio con la questione relativa allo stadio. «Il termine per iscrivere la squadra scade tre giorni prima di quello per la presentazione, in Comune, dei progetti per riqualificare il Franco Ossola. Era impensabile avere una risposta certa, per cui abbiamo deciso di iscrivere comunque il Varese al campionato. Un altro gesto che considero di buona volontà da parte della società e della mia famiglia, un modo per confermare quanto noi teniamo al progetto e alla città».
L’apertura di credito dei Sogliano, però, non è a "fondo perduto". «Parlare di mercato per ora è prematuro. Se dopo il 30 giugno otterremo nuovi segnali positivi potremo impegnarci per costruire un Varese di alto livello, altrimenti saremo costretti ad allestire una squadra con le risorse che abbiamo, ovvero poche. È chiaro che non ci aspettiamo di ottenere in pochi giorni i permessi necessari per iniziare i lavori allo stadio: ci sono tempi che rispetteremo. Però, se vinceremo la gara, contiamo di avere un impegno scritto e concreto per il futuro senza il quale sarà difficile trovare finanziamenti per lo stadio e, di conseguenza, per la squadra. Con l’iscrizione le nostre richieste non devono finire nel dimenticatoio». 

Presto quindi per parlare di mercato, per lo meno in entrata. Intanto qualcosa si muove sul fronte cessioni. Accertato che Giuseppe Dei Forti non sarà più il portiere biancorosso, anche in attacco si segnalano imminenti cambiamenti. Il più lontano da Varese è Sanel Sehic (foto), che dopo due stagioni al servizio di Devis Mangia (una spettacolare, l’altra deludente) sta per accasarsi in Svizzera, dove vive la sua fidanzata. Bellinzona e Lugano sono in pole position per il bomber sloveno. Anche il capocannoniere dell’ultima stagione, Alessandro Corallo, potrebbe partire. Qualche perplessità sulla sua tenuta fisica, unita al mercato florido per il "Cobra" tra le società del Sud sono i motivi principali per un suo eventuale addio. Tra i difensori, Nicolò Pascuccio sarà invece ceduto in serie D con la formula del prestito; tra le pretendenti al centrale salernitano anche la Solbiatese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore