Scontro fra due auto, anziano resta ucciso

L’incidente avvenuto in via Magenta a Sacconago prima delle 17. Quasi illeso l’occupante dell’altro mezzo coinvolto

Ancora un incidente in auto, il secondo nella giornata di oggi, che vede una persona perdere la vita sulle strade del Varesotto. Questa volta è toccato ad un anziano di 84 anni, Antonio Arbini, che viaggiava con la sua Fiat 600 in via Magenta a Busto Arsizio.
Secondo una prima ricostruzione della dinamica fatta da alcuni testimoni l’anziano, alla guida di una Seicento Fiat di colore celeste, avrebbe imboccato contromano la via Magenta, pare provenendo dall’uscita di un minimarket, trovandosi sulla carreggiata sbagliata (in quel tratto le due carreggiate sono separate da uno spartitraffico alberato con spazi di manovra, fra cui uno giusto di fronte al
discount), per trovarsi di fronte un’altra auto, una Hyundai di colore grigio che stava in quel momento sopraggiungendo a velocità sostenuta. Mentre cercava di svoltare a sinistra in via Toniolo, l’anziano è stato centrato in pieno dalla Hyundai lanciata sul viale a non meno di 70 all’ora. Per chiarire se effettivamente l’anziano fosse contromano sarà forse utile monitorare i dati della telecamera posta presso il semaforo, che segnala chi viola i semafori rossi.

Pesante il bilancio dello scontro: nè l’anziano nè l’altro automobilista, il 31enne M. F. di Busto Arsizio, avevano le cinture di sicurezza allacciate, ma mentre il giovane è stato salvato dall’airbag è se l’è cavata con il classico "colpo di frusta" alla colonna cervicale e un lieve stato di choc, l’anziano è stato sbalzato fuori dall’auto compiendo un volo che gli è stato fatale.

Giunti sul posto per i soccorsi, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto, un vialone molto trafficato nell’ora del rientro dal lavoro, si è in breve creato un ingorgo, gestito dagli agenti della Polizia locale. Nel frattempo molta gente si assiepava ad assistere alle tristi operazioni di rilievo delle tracce dell’incidente e di rimozione del corpo dell’anziano, rimasto ucciso praticamente sul colpo per le gravissime ferite alla testa. Sull’asfalto restava il sangue dell’ennesimo caduto sul fronte di quella che ha sempre più le proporzioni di una guerra.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.