Soleterre Onlus unisce Italia e Ucraina

La sfida tra le due Nazionali è l'occasione per far conoscere il progetto "Un sorriso in corsia" a favore dei bimbi di Chernobyl

Italia e Ucraina saranno in campo ad Amburgo venerdì 30 giugno nei quarti di finale del Mondiale di Germania. Una sfida che vede protagoniste le due nazioni impegnate per donare alimentazione e cure sanitarie a 2.000 bambini malati di cancro a Kiev, a 20 anni dallo scoppio del reattore di Chernobyl.

Per questo motivo, la Onlus Soleterre chiede aiuto agli atleti delle due nazionali di calcio, ma anche a tutti i tifosi: sostenere il progetto "Un sorriso in corsia" che vuole raccogliere fondi in aiuto degli oltre 2.000 bambini che ogni anno si ammalano di cancro in Ucraina. 
Ogni giorno, secondo le stime, sei nuovi pazienti raggiungono l’ospedale oncologico pediatrico in cui interviene l’associazione Soleterre e si trovano a convivere con l’impossibilità di ottenere cure adeguate, alimentazione e terapie efficaci . Il problema principale della struttura risiede nella mancanza di strumenti e fondi che trasformano le stanze in cui vivono i pazienti in veri e propri spazi di quotidiana disperazione in cui la sopravvivenza media è stimata attorno al 30%. Il progetto "Un sorriso in corsia" è finalizzato a fornire integrazione alimentare, assistenza psicologica, arteterapia, formazione del personale medico e fornitura di strumentazione per effettuare diagnosi tempestive.
 
L’intervento si avvale della collaborazione medico-scientifica di alcuni istituti oncologici italiani e ucraini che guidano l’associazione nelle azioni prioritarie da realizzare, tra le quali l’acquisto di macchinari medico scientifici di ultima generazione con la possibilità di effettuare biopsie. Questi strumenti aiuteranno i medici nella loro lotta contro il tempo: la malattia diagnosticata con precisione e anticipo può essere affrontata efficacemente e sconfitta. Il sostegno del Ministero degli Affari Esteri italiano, della Fondazione "Aiutare i Bambini" di Milano e di alcuni donatori privati ha fatto compiere i primi grandi passi al progetto, concretizzando il diritto alle cure dei bambini malati di cancro. Donare "Un sorriso in corsia" è possibile grazie al contributo di tutti coloro che decideranno di compiere un gesto davvero importante. 
 
Per sostenere il progetto si può effettuare una donazione libera al Conto Corrente postale 665588 intestato a Soleterre Onlus (causale "Un sorriso in corsia"), oppure on line collegandosi al sito internet
www.soleterre.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.