Solidarietà tra comuni per fronteggiare l’emergenza idrica

L'indicazione è emersa dall'incontro tra il Prefetto ed alcuni sindaci dei paesi più colpiti. Pronta anche un'ordinanza restrittiva per il risparmio dell'acqua

Solidarietà tra comuni per far fronte all’emergenza idrica. E’ l’indicazione uscita dall’incontro tra il Prefetto ed i sindaci di Azzate, Daverio, Galliate Lombardo e Viggiù, quattro dei comuni più colpiti dalla crisi.

Contromisure particolari non ce ne sono, il vertice non ha fatto altro che prendere atto della gravità della situazione. Certamente si è parlato anche di forti investimenti da realizzare nel settore idrico, ma questo è un discorso che riguarda il medio e lungo termine. Per l’immediato l’unica strada percorribile è quella di unire le forze, mettendo in comune le poche risorse a disposizione. Il Prefetto ha invitato i sindaci dei comuni con maggiore disponibilità d’acqua ad aiutare i paesi limitrofi in difficoltà, rompendo le logiche di campanilismo che spesso caratterizzano queste vicende. Inoltre, dalla Prefettura arriva l’invito rivolto a tutte le amministrazioni comunali della provincia di emettere ordinanze restrittive per il risparmio dell’acqua. «Bisogna cominciare ad affrontare seriamente il problema, prima o poi la crisi colpirà tutti i comuni» commenta il sindaco di Galliate Lombardo, Carlo Tibiletti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.