Spaccio di cocaina: in manette un trentenne

La polizia ha arrestato un giovane con precedenti penali, arrestato in casa propria, dove riceveva i clienti

Gli agenti della squadra mobile di Varese hanno arrestato un italiano con le accuse di detenzione e spaccio di droga. L’uomo, A.F. di 30’anni originario di Caserta con precedenti penali per tentato omicidio e furto, è stato prelevato in casa propria, in via Tarvisio nel quartiere San Fermo di Varese e trasportato al carcere dei Miogni dove sarà ascoltato dal magistrato Sara Arduini.

Da un po’ di tempo la Polizia di Stato stava controllando l’abitazione dopo aver ricevuto alcune segnalazioni relative a movimenti strani a tutte le ore di tossicodipendenti.

Gli agenti hanno fatto irruzioni nell’appartamento dove, oltre all’uomo, stavano dormendo la convivente, suo figlio e una loro amica. Nella perquizione sono stati trovati 10 grammi di cocaina già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione e 500 euro probabile provento di spaccio.

Mentre gli agenti erano in casa è sopraggiunto un giovane che, non capendo la situazione, ha consegnato dei soldi allo spacciatore per riscattare un telefono cellulare consegnato come anticipo per l’acquisto di un "pippone", come ha riferito lo stesso giovane.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.