Stop alla sperimentazione Moratti

Il ministro Fioroni non avalla le 54 richieste di sperimentazione della Riforma. Anaticipata al 23 giugno la terza prova di maturità

«Non intendo iniziare il mio mandato – spiega in un comunicato il ministro dell’Istruzione Giuseppe Fioroni –  all’insegna dell’instabilità e dell’incertezza per studenti, insegnanti e genitori e con gravi contenziosi aperti con le Regioni e l’autonomia scolastica.
Alla data di oggi sono pervenuti al ministero 54 progetti di sperimentazione su circa 1.750 istituti superiori. Le caratteristiche dei progetti pervenuti non presentano elementi di innovazione tali da prefigurare in termini sperimentali la riforma. Sono invece innovazioni pienamente realizzabili nell’esercizio dell’autonomia scolastica (15% del monte ore) e quindi negli ordinamenti vigenti.
Trovandoci ormai alla fine dell’anno scolastico e non essendo stata rispettata la data prevista per la presentazione dei progetti, cioè marzo scorso, non ci sono più i tempi utili per la formazione dei docenti e per un adeguato coinvolgimento delle famiglie».

Primo stop ufficiale all’applicazione della Riforma Moratti. In vista della rivoluzione che entrerà in vigore nel 2007, le scuole erano state incoraggiate ad intraprendere già dal prossimo anno scolastico delle sperimentazioni in linea con lo spirito riformatore: piccoli aggiustamenti, entro le ore dell’autonomia. Ora il ministro, alla luce anche deli numerosi ricorsi al Tar e alla Corte Costituzionale, ha deciso di bloccare la sperimentazione non essendoci i tempi tecnici per avviare una discussione più approfondita.

Si tratta della seconda uscita ufficiale del ministro nel campo della scuola superiore dopo la decisione di anticipare al 23 giugno la terza prova di maturità che sarebbe dovuta avvenire in concomitanza con il referenum. Le ipotesi di far slittare dopo lo svolgimento è stata bocciata, con grande gioia di studenti e professori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore