Un paese in festa per don Filippo

Sabato a Como l'ordinazione sacerdotale, domenica la Prima Messa in S. Rocco e un gigantesco pranzo al parco delle feste

Sabato mattina nel Duomo di Como il Vescoco Alessandro Maggiolini ordinerà sacerdote, insieme ad altri compagni, il gemoniese Filippo Macchi.
La comunità del paese valcuviano ha già dato il via a una serie di appuntamenti per preparare (e per prepararsi) a un momento così particolare e, perché no, raro.

Le iniziative di carattere religioso sono iniziate lunedì scorso e proeseguite mercoledì e ieri con due appuntamenti di preghiera e con la celebrazione della confessione comunitaria. Questa sera, venerdì 9 giugno, in chiesa parrocchiale con inizio alle 21, nuovo incontro di preghiera dal titolo "Un popolo e i suoi canti".

L’ordinazione sarà impartita, come detto, sabato mattina nel Duomo dedicato a Sant’Abbondio nella cerimonia che avrà inizio alle ore 10. Da Gemonio partiranno diversi pullman oltre a molte automobili private per accompagnare Filippo in questo momento. Sabato sera si festeggerà con il Teatro: i ragazzi dell’oratorio supportati dalla locale compagnia "Sale&Pepe" (di cui lo stesso novello sacerdote ha fatto parte) rappresenteranno il musical "Favolescion".
Domenica alle 10, in San Rocco, don Filippo Macchi celebrerà la propria Prima Messa davanti a tutta la comunità. Al termine della cerimonia in piazza della Vittoria ci sarà un aperitivo per tutti, seguito alle 12 dal pranzo al Parco delle feste per il quale si sono già prenotate oltre 400 persone. Senza dubbio il convivio con il più alto numero di partecipanti nella storia del paese.
La giornata terminerà poi con i vespri (alle 18) in chiesa parrocchiale. Infine, in questi giorni, è in distribuzione il numero estivo de "Il Campanile di Gemonio" quasi interamente dedicato a Filippo e al suo percorso con le testimonianze di amici, insegnanti, compagni di scuola e con il contributo dei giovani dei paesi nei quali ha operato negli ultimi anni. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.