Usag: ripartono le agitazioni

Domani (giovedì) i lavoratori si fermeranno due ore. Previsto un presidio sull'incrocio di San Pietro

Dopo le agitazioni di settimana scorsa davanti ai cancelli del centro direzionale di Monvalle (foto), i lavoratori della Usag hanno annunciato per domani (giovedì 22) un nuovo sciopero.

Il presidio di protesta si terrà questa volta a Gemonio: dallo storico stabilimento che da decenni sforna chiavi inglesi e cacciaviti prenderà il via alle 10 un corteo che si fermerà nei pressi dell’incrocio semaforico di San Pietro tra la statale Varese-Laveno e la provinciale proveniente da Besozzo.
Al presidio sono annunciati sia i dipendenti che lavorano a Gemonio sia quelli di Monvalle.
La protesta è nata dopo l’annuncio, da parte della nuova proprietà (l’americana Stanley), di voler operare il taglio di 84 tra operai e impiegati, la gran parte dei quali (70) attivi nel sito di Gemonio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.