“Varese non è il Far West”

Diminuiscono i reati sul territorio. Aumenta il consumo di droga tra i giovanissimi. Il bilancio dell'Arma dei Carabinieri nel giorno dell'anniversario della fondazione

Un altro attentato, un altro militare italiano morto a Nassirya proprio nel giorno in cui l’Arma dei Carabinieri festeggiava il 192esimo anniversario della fondazione. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha lasciato anzitempo le celebrazioni, annullando anche il tradizionale carosello finale in piazza di Siena.

A Varese le celebrazioni sono iniziate alle 19 e 30. Un discorso sobrio e pragmatico quello del comandante provinciale Claudio Criscuolo, che nella parte finale ricorda proprio gli uomini delle forze armate caduti in servizio nelle missioni all’estero: «Siamo con voi non vi dimenticheremo».

La festa della Benemerita è anche il momento per fare il punto della situazione. C’è una sensibile diminuzione dei reati sul territorio. I delitti perseguiti dai carabibnieri sono stati complessivamente 23500, di cui il 30 per cento (6600) risolti; 206 rapine (85 scoperte), 12500 furti (500 scoperti). I carabinieri hanno eseguito oltre 120 mila servizi di prevenzione sul territorio, arrestando 1010 persone, di cui 709 in flagranza di reato, 127 extracomunitari clandestini; quasi 8000 persone sono state denunciate a piede libero. 

Destano preoccupazione gli omicidi di mafia avvenuti nel sud della provincia: «Sappiate che noi stiamo lavorando con la magistratura per ricostruire le logiche che pervadono questi omicidi. Sappiamo che in quelle zone ci sono insediamenti di personaggi che provengono dalla Calabria, Sicilia e Puglia e che stanno ricostruendo alcuni collegamenti con le organizzazioni criminali di origine».
L’omicidio ancora insoluto del ragazzo ecuadoregno Ulbio Danilo Soto Mogollon, trovato morto nella sua casa di Cittiglio, sarebbe invece sulla via di risoluzione .
(sopra il maggiore Renzetti mentre illustra il bilancio dei carabinieri)

Aumenta il consumo delle droghe soprattutto cocaina e hashish, mentre nel sud della provincia aumentano i sequestri di ecstasy. In totale sono stati sequestrati 24 chili di stupefacenti e 560 persone sono state denunciate come assuntori. A questo proposito il comando dei carabinieri sottolinea come si sia abbassata la fascia di età dei consumatori, coinvolgendo ragazzi dai 14 ai 16 anni.
L’emergenza sulle strade è l’altro grosso problema, anche se i morti sono diminuiti rispetto allo stesso periodo del 2005. I carabinieri sono intervenuti in oltre 1000 incidenti stradali e hanno risposto ad oltre 250 mila chiamate.

Infine, sembra aver funzionato l’appello che il comando provinciale dei carabinieri ha fatto agli anziani per evitare truffe e raggiri, appello che è stato esteso anche ai preti che nelle loro omelie hanno ribadito le avvertenze e le raccomandazioni dei carabinieri. «Molti anziani ci hanno ringraziato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.