Veddasca, provinciale agibile

Secondo le stime, il solo lavoro di smassamento per ripristinare la circolazione sulla provinciale, è costato intorno ai 25 mila euro

Termineranno entro mezzogiorno i lavori si rimozione dell’ultima parte della frana che ancora ostruiva parzialmente la strada provinciale Maccagno-Indemini, poco prima dell’abitato di Biegno, in Veddasca. Poi, passata l’emergenza, tutti intorno al tavolo nel pomeriggio, nella sede della Comunità Montana Valli del Luinese dove si definiranno i prossimi passi da compiere. Passi, per la verità,  obbligati. In primo luogo dovranno essere rimossi i detriti che ancora ostruiscono i valleggi, i torrentelli che dal monte scendono a valle. Soprattutto nei passaggi incanalati sotto la provinciale, la massa di detriti è tale che in caso di nuovi e violenti temporali si tornerebbe all’emergenza.

Bisognerà poi rimuovere anche tutta la terra e i sassi che le ruspe hanno spazzato via dalla provinciale che collega il lago Maggiore col valico doganale di Indemini. Il terzo passaggio riguarderà la valutazione del rischio idrogeologico del versante montuoso. L’indagine richiederà tuttavia del tempo.

Intanto, mentre si attendono gli esiti dell’incontro luinese, si fanno i primi conti. Secondo le stime, il solo lavoro di smassamento per ripristinare la circolazione sulla provinciale, è costato intorno ai 25 mila euro ma dovendo rimuovere i quasi cinquecento metri cubi di sassi, ramaglie e terra che in cinque diverse frane principali hanno invaso la carreggiata, e conteggiando anche gli interventi di pulizia idraulica, la spesa lieviterebbe in fretta fino a 100 mila euro. E ciò senza contare i danni alle fognature (come ha denunciato il sindaco di Veddasca parlando della situazione a Graglio) o alle abitazioni private.
Intanto stamane il presidente della Provincia – che si è sempre tenuto in contatto con l’assessore provinciale alla viabilità, Carlo Baroni e ai funzionari del suo assessorato – si è nuovamente complimentato con i tecnici della Provincia e quelli dell’impresa Bianchi per la rapidità dell’intervento e la disponibilità mostrata dal personale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.