Venduto!, a Milano il primo negozio eBay

Quattro giovani intraprendenti importano in Italia una professione nata all'estero: il "consulente" per aste online

Internet semplifica la vita, in tutto. Dalla lettura del giornale alla spesa, comprese le aste. Proprio quest’ultimo aspetto, quello delle aste, sta diventando una vera e propria moda (anche se arrivata in ritardo) nel nostro paese.

Ormai quasi tutti sanno cosa sia eBay: una vera icona pop, il sito di e-commerce indubbiamente più celebre in Italia, che ha festeggiato cinque anni nel nostro paese proprio nel 2006. E da festeggiare c’è veramente molto, visto che su eBay si vende un’auto o una moto ogni 10 minuti, una macchina fotografica digitale ogni 6 minuti, un cellulare e un’opera d’arte ogni minuto, un DVD ogni 36 secondi ed un articolo di abbigliamento o un accessorio di moda ogni 12 secondi. Aprendosi alle piccole e medie aziende, inoltre, il sito offre praticamente ad ogni commerciante di vendere a costo zero sul web.

Come si fa a vendere qualcosa su eBay? Si registra un account, si fotografa l’oggetto, si aggiunge una descrizione e si parte con l’asta. Una volta aggiudicato il bene, rispondendo anche ai dubbi dei nostri acquirenti, sarà il sito a gestire i pagamenti, e noi inviamo il pacco.

Certo la tecnologia ci vizia, e per alcuni questa è una seccatura. Fino a quando non inventeranno il teletrasporto non si può fare di più. O quasi. Che ne direste se di foto, descrizione ed asta si occupasse, al posto vostro, un professionista? Insomma, una sorta di "assistente per eBay"?

Niente fantascienza, ma una realtà già diffusa negli Stati Uniti e sbarcata anche a Milano. Proprio in questi giorni, infatti, ha aperto sui Navigli "Venduto!", il primo negozio, di mattoni, di eBay in Italia. L’idea è di quattro giovani ragazzi (non legati direttamente a eBay) molto intraprendenti, e con un progetto decisamente promettente. Il servizio offerto è lo stesso di altre realtà già consolidate in Europa e nel mondo, quello dei Drop-Shop, ovvero negozi dove poter "lasciare" l’ oggetto che si desidera vendere.

Basta portare quello che vogliamo vendere a Milano, dagli esperti di Venduto!. Penseranno loro a valutarlo, fotografarlo in modo tale da valorizzarlo, scrivere la descrizione in due lingue (italiano e inglese, per rivolgersi al pubblico più ampio possibile), rispondere alle domande degli acquirenti e, infine, ad inviare l’oggetto a chi vince l’asta. Certo, ovviamente una quota dei guadagni (fino al 30% al massimo) rimane al negozio, ma la professionalità degli esperti promette introiti di gran lunga superiori a quelli che riusciremmo ad ottenere gestendo l’asta da soli. E comunque, tanto stress in meno.

I vantaggi non finiscono qui: gradualmente il negozio milanese sta diventando anche una garanzia per gli stessi acquirenti, e quindi conferisce una credibilità che il singolo difficilmente ottiene. Il nuovo mestiere del "consulente per eBay" è un altro frutto di quelli più strani, e divertenti, della filosofia a volte estrema del sito di aste online. Eppure quel "Venduto! Milano", lascia pensare che l’esperimento possa non rimanere realmente circoscritto.

Nel frattempo Ferdinando, Francesco, Fabio e Raoul, i fantastici quattro dell’e-commerce italiano, vi aspettano in via Ascanio Sforza 49. Inoltre, per i disabili, è già disponibile anche un servizio di ritiro gratuito della merce direttamente a domicilio, mentre ci ri rivolge anche a piccole aziende con sconti particolari. Per ulteriori informazioni visitate la loro pagina ufficiale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore