Vergiate: primi intoppi per la maggioranza di Maffioli

Due consiglieri di An accusano il sindaco di non aver rispettato alcuni accordi pre-elettorali e abbandonano il consiglio comunale

Non si può dire che sia partita con il piede giusto l’esperienza della nuova amministrazione vergiatese. Con la prima seduta del consiglio comunale, nella serata di giovedì 15 giugno, sono arrivati infatti anche i primi intoppi per gli eletti della maggioranza.

A frenare l’entusiasmo del nuovo governo cittadino, insediato con il giuramento del sindaco Alessandro Maffioli, è stata la protesta di due consiglieri di Alleanza Nazionale, Paolo Tolu e Romina Pintore che hanno abbandonato l’aula in polemica con il resto della maggioranza ed in particolare con il primo cittadino. L’accusa nei confronti di Maffioli, vincitore con la lista "Per una nuova Vergiate" delle elezioni del 28 maggio 2006, è quella di non aver rispettato alcuni accordi pre-elettorali riguardanti l’assegnazione degli incarichi tra i candidati eletti.
Immediata la reazione da parte dell’opposizione, rappresentata in consiglio dall’ex sindaco della cittadina, Ilio Pansini, capogruppo della lista "Uniti per Vergiate" che non ha risparmiato il suo disappunto per l’esordio della maggioranza: «È un episodio sconcertante – ha commentato Pansini – da valutare negativamente. Non condividiamo inoltre il fatto che vengano stipulati accordi prima del voto. Ci chiediamo se i cittadini, prima delle elezioni, fossero stati messi al corrente dell’esistenza di queste intese all’interno della lista di Maffioli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore