Via Paal, spazio ai bambini

Primo grande festival estivo per la Fondazione Culturale 1860 Gallarate città onlus: dal 15 al 18 giugno spettacoli, incontri, convegni, animazioni, mostre e laboratori

 È l’ora dei bambini. Parte il prossimo 15 giugno “Via Paal – lo spettacolo dei bambini”, serie di spettacoli, incontri, convegni, animazioni, mostre e laboratori che avranno quali interlocutori privilegiati proprio i bambini, tutto organizzato e promosso dalla Fondazione Culturale “1860 Gallarate città onlus”. Gallarate ospiterà in quattro giorni, fino al 18 giugno, alcune tra le migliori compagnie del settore, inserendosi organicamente nel panorama nazionale della promozione dello spettacolo per l’infanzia. Ma soprattutto, Gallarate e i suoi luoghi – il Teatro del Popolo e il Teatro Condominio, ma anche il Teatro Nuovo, il Melo, via Sironi, piazza Guenzati, il centro storico – diverranno altrettante vere e proprie Vie Paal: spazi liberi dei bambini e dei genitori, case di sogno, mondi fantastici.

«Un’iniziativa lodevole – ha detto il neo assessore alla Cultura di Gallarate, Raimondo Fassa, per la prima volta insieme ai vertici della Fondazione in un’uscita pubblica -. È importante che il significato dell’iniziativa sia ben compreso: non "roba" da bambini, ma una manifestazione che tenta di promuovere la cultura per l’infanzia, che ha pari se non maggiore dignità di quella per adulti. Questo festival ha una valenza civica enorme, non vede i bambini solo come consumatori, ma come fruitori di cultura». Sui rapporti tra Comune e Fondazione, Fassa lancia l’idea di allargare il bacino d’utenza: «4 teatri potrebbero diventare un problema, a Gallarate non c’è la massa critica sufficiente per riempirli tutti. Città come Busto Arsizio potrebbero aderire, sarebbe un bell’incentivo». 

«La Fondazione lavora a ritmo quotidiano – spiega Mario Lainati, presidente della Fondazione Culturale -, l’accordo con l’amministrazione è fondamentale. Questo Festival conferma il nostro interesse per i più giovani, con un programma importante, molto ricco. Tra giugno e luglio si succederanno 3 festival: prima Via Paal, poi il Festival del Giallo dal 23 al 25 giugno, con l’intervento del colonnello del Ris di Parma Luciano Garofano, e infine il Life Festival a luglio. Ringraziamo l’amministrazione comunale per l’appoggio che ci dà, dopo un anno di attività i binari sui quali marciamo sono consolidati. Inoltre c’è l’associazione Amici della Fondazione che sta riscotendo simpatia e adesioni: per incentivare le iscrizioni, c’è da qualche giorno un gazebo informativo in piazza Libertà. Tra poco, inoltre una nota compagnia di pullman che fa la spola tra Malpensa e Milano, avrà sui lati i fregi della Fondazione e del Comune di Gallarate: un’iniziativa della Air Pullman, che ovviamente cogliamo con grande soddisfazione».

Il valore di “Via Paal” è spiegato dal direttore organizzativo della Fondazione Culturale, Adriano Gallina: «Lo spettacolo è fatto per e con i bambini – commenta Gallina -, con compagnie stabili che operano a livello nazionale da oltre 40 anni. In più parteciperà per la prima volta in un contesto nazionale anche la “Zone teatro”, compagnia che dirige i lavori del teatro dei ragazzi del Popolo. Il programma è fitto, i più piccoli saranno protagonisti e destinatari degli spettacoli. Tanti spettacoli saranno in prima nazionale, Gallarate diverrà il centro del teatro dell’infanzia, con oltre 50 operatori che verranno da tutta Italia. Stiamo pensando e parlando con la Regione per portare qui l’anno prossimo la rassegna “Segnali”, da 18 anni fulcro della programmazione lombarda. Perno del Festival sarà la città, “occupata” in diversi luoghi dal teatro, una via Paal allargata a tutta Gallarate». Ci saranno premi e gadget per i bambini, abbonamenti agevolati, una divertente “Infiorata” domenica 18 giugno, con i bimbi che coloreranno un telo di 13 per 9 metri con segatura colorata a comporre un’immagine a tema. E ancora incontri, conferenze, una mostra che inaugurerà il 15 giugno al Teatro Condominio: “Delle fiabe e delle sedie”, a cura di Marco Muzzolin, un excursus artistico sulle sedie nelle fiabe, dalla Sirenetta, a Pinocchio, fino a Peter Pan e Hansel e Gretel.

Il programma completo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.