Vietato bagnare giardini anche di notte

Provvedimento restrittivo esteso alle ore notturne, situazione in miglioramento all’Ospedale Galmarini. Dove segnalare la mancanza d’acqua delle prossime ore

Vietato bagnare i giardini anche di notte. Unica eccezione per gli orti. È consentito l’uso dell’acqua solo per uso domestico. È il contenuto della nuova ordinanza emessa dal sindaco di Tradate per fronteggiare la crisi idrica che sta colpendo la città.
L’ordinanza è in vigore da venerdì e vi rimarrà per diversi giorni perché, «per riempire i bacini idrici rimasti quasi a secco – spiegano dall’Amministrazione comunale -, dovremo far calare la pressione nelle tubature e il alcune zone mancherà decisamente l’acqua. È richiesto un momento di sacrificio da parte di tutti i cittadini, chiediamo di portare pazienza e segnalare dove manca l’acqua, perché stiamo già provvedendo ad andare in aiuto di coloro che ne hanno bisogno, con taniche già pronte».
Per le segnalazioni delle emergenze basta telefonare all’Ufficio tecnico (0331-826849), i Vigili (0331-826842) oppure la Protezione civile (338-4400117).

Infatti, per rifornire l’acquedotto, saranno riempite a turno le cisterne nelle diverse zone della città, ma per fare ciò mancherà l’acqua in vari punti. «Il tutto dovrebbe durare quattro o cinque giorni – spiega il sindaco Stefano Candiani -, il tempo di normalizzare la situazione d’emergenza e poter garantire il rifornimento d’acqua a tutti i cittadini».
Inoltre, per aiutare l’acquedotto di Tradate, è giunto in soccorso anche il Comune di Venegono Inferiore che non ha problemi idrici e che attualmente fornisce 5 litri al secondo all’acquedotto tradatese.

La situazione migliora invece all’ospedale Galmarini che da mercoledì viene rifornito con le autobotti dei Vigili del fuoco. «È stata tolta della pressione dal resto dell’acquedotto per riempire le cisterne dell’ospedale – prosegue Candiani -. La situazione si sta normalizzando, il rifornimento con le autobotti dei Vigili del Fuoco proseguirà ancora per un paio di giorni, poi riusciremo ad essere autonomi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.