“Far tacere le armi e metter fine alla guerra”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato diffuso dalle segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil

Riceviamo e pubblichiamo

Le segreterie di CGIL CISL e UIL della provincia di Varese denunciano la gravissima situazione venutasi a determinare in Libano, Palestina e Israele, con l’aprirsi di un nuovo scenario di guerra e le gravissime conseguenze per le popolazioni civili e chiedono a tutte le forze democratiche di impegnarsi  a favore della pace.

 

E’ urgente che il Governo Italiano, le Nazioni Unite e l’Unione Europea si facciano sentire per far tacere le armi e mettere fine ad una spirale ingiustificabile di violenze, atti terroristici e rappresaglie, che sta producendo distruzioni e vittime innocenti, e un’emergenza umanitaria per milioni di persone, prevedendo anche la possibilità di una forza di interposizione internazionale a protezione  dei civili.

 

Cgil Cisl e Uil chiedono che prima di tutto si torni a dar voce alla ragione: ci sia il reciproco riconoscimento tra i Governi e venga promosso l’avvio di negoziati per riaprire la strada al processo di pace, che non può che basarsi sulla coesistenza dei due popoli nel quadro di due stati all’interno di frontiere sicure,sul rispetto della legalità internazionale da parte di tutti e sulla fine degli atti di terrorismo e delle rappresaglie.

 

A tal fine la nostra voce e il nostro impegno si unisce a tutti coloro che in  Palestina, in Israele e in Libano chiedono la fine delle violenze terroristiche e dei bombardamenti, il rilascio dei militari israeliani rapiti e la fine dell’assedio  dell’esercito israeliano a Gaza.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 luglio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.