Solidarietà da “tigrotti” per i ragazzi di Galilea

La Pro Patria ha aiutato con fondi e magliette la squadra giovanile interconfessionale della Galilea che ha giocato al torneo di calcio a cinque Uisp di Udine

Riceviamo e pubblichiamo

L’
Associazione Italia Israele – Varese Alto Milanese vuole ringraziare
la Pro Patria che ha permesso ai ragazzi di Galilea di coronare un
loro sogno. In queste settimane, prima monopolizzate dai Mondiali e
ora sconvolte dai fatti mediorientali, si è svolta una
competizione d’amicizia e sono arrivati in Italia giovani
cristiani, ebrei e musulmani, guidati da Yehuda Livné,
presidente della Fondazione Beresheet LaShalom. Hanno partecipato al
torneo di calcio a cinque “Conosciamoci”, organizzato a Udine
dalle Uisp di Friuli, Emilia Romagna e Veneto.

Non
è stato facile dallo scorso dicembre mettere insieme la
squadra della Galilea, nuova puntata della scommessa dell’Arcobaleno,
il teatro di Angelica Calò Livné che molti hanno potuto
ammirare anche nella nostra provincia. Ma la tenacia e l’amicizia
hanno vinto: questa trasferta in Italia è stata possibile
grazie ai sacrifici della Fondazione e delle famiglie. Può
essere ancora aiutata da voi (se visitate il sito
www.masksoff.org,
troverete tutte le modalità). Noi però vogliamo
ringraziare la Pro Patria e la sensibilità del suo presidente
Alberto Armiraglio, perché hanno permesso di superare un altro
ostacolo: quello dell’abbigliamento per questi ragazzini, dai 10 ai
13 anni. Non c’erano magliette uguali per tutti, e i soldi
scarseggiavano ormai.

ha annunciato Yehuda, quando i
piccoli calciatori hanno ricevuto le magliette e il resto
dell’abbigliamento. Ora sì hanno una divisa comune, come gli
altri ragazzi. E grazie alla squadra di Busto Arsizio, hanno giocato
ancora più felici, classificandosi alla fine al settimo posto:
un record, se si pensa che erano i più piccoli. Oggi in
Italia, domani ancora in Galilea. Colori e suoni bellissimi che noi
speriamo di veder trionfare su ogni violenza e guerra. E anche loro
ci rincuorano, pur preoccupati per quanto sta avvenendo: .

Offriamo,
nel nostro piccolo, un contributo perché questo sogno possa
andare avanti e speriamo che questa storia fiorita nel nostro Paese
sia di buon auspicio per la Giornata del Pane che vorremmo
organizzare a settembre.

Intanto
forza Pro Patria e forza Galilea.

 



 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.