Bilancio, «2007 anno di transizione»

L’amministrazione comunale fa il punto sui conti; «attivo un tavolo con le Organizzazioni Sindacali dei Pensionati che hanno giudicato interessante il metodo»

Riceviamo e pubblichiamo

 

Consideriamo il 2007 un anno di transizione, verso l’avvio della non più rinviabile modifica  annunciata dal Governo che porterà ad una diversa struttura dei bilanci dei Comuni.

Con la sostituzione del sistema dei trasferimenti erariali con  una vera compartecipazione del gettito dell’imposta sui redditi pagata dai nostri concittadini, si concretizzerà il principio dell’autonomia finanziaria degli Enti Locali in un’ottica di attuazione del federalismo fiscale.

Solo con la disponibilità di entrate dinamiche, nell’esercizio della piena autonomia e responsabilità sanciti dalla Costituzione nel titolo V, sarà infatti possibile potere rispondere adeguatamente alle esigenze sempre in evoluzione dei diversi territori.

In questa attesa e nel rispetto dei vincoli del Patto di Stabilità che prevede il ritorno al meccanismo dei saldi in sostituzione ai vincoli sulle uscite, il  nostro obiettivo è quello di continuare a garantire un adeguato livello di equità, di coesione sociale e il mantenimento della rete di servizi, ponendo grande attenzione verso il Welfare locale  e in particolare verso i servizi per l’infanzia, la scuola, i disabili, gli anziani, oltre a perseguire una politica degli investimenti tesa a rispondere alle esigenze della città.

Rimane invariato il prelievo tributario fiscale e tariffario. In particolare  restano  inalterate l’addizionale IRPEF e le aliquote ICI, con possibilità di revisione del limite di reddito che consente ai pensionati maggiori detrazioni sulla prima casa.

In sintesi: 10.370.000 euro di entrate complessive che finanziano  6.797.000 euro di spese correnti e 3.933.000 di spese straordinarie e  investimenti.

Oltre a opere pubbliche per € 3.060.000, dove si evidenziano gli investimenti per la scuola (ampliamento materna Montessori, riqualificazione materna Bassetti) e per la viabilità, è prevista la realizzazione del centro natatorio (circa 8.000.000  di euro), l’avvio del project financing per la pubblica  illuminazione e lo studio di fattibilità finanziaria per la realizzazione dell’ampliamento dei cimiteri.

Sono dati che confermano la capacità  dell’Amministrazione Comunale di Sesto Calende di attrarre, anche attraverso la collaborazione pubblico-privato, capitali e risorse finanziarie che  consentono la realizzazione di  opere ed infrastrutture indispensabili per il territorio e per l’economia.

E’ in corso in questi giorni il confronto con le Organizzazioni Sindacali dei Pensionati che hanno giudicato interessante il metodo (partecipazione dalla fase iniziale di definizione ed espressione delle linee strategiche del bilancio) e in tale ottica si sono fissati ulteriori incontri per raggiungere e siglare un accordo organico sul bilancio 2007.

Questi sono gli aspetti che definiscono nella sostanza i fondamenti del bilancio di previsione 2007: un patto di tutta la città per continuare nello sviluppo e nel rafforzamento del sistema sociale del Comune.

 

L’Amministrazione Comunale di Sesto Calende

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.