Bossi dal palco: “Berlusconi in America per farsi operare”

A Milano per protestare contro la Finanziaria, l'annuncio ufficiale ai militanti leghisti

Dopo due giorni di indiscrezioni su un’operazione al cuore negli Usa a cui dovrebbe sottoporsi Berlusconi, ieri, domenica17 dicembre, il leader della Lega Nord Umberto Bossi a Milano ha svelato "il mistero". Sul palco di Piazza Castello, Bossi davanti ai militanti leghisti che si erano radunati per protestare contro la Finanziaria del governo di centrosinistra, ha fatto pubblicamente gli auguri all’ex premier per l’intervento, chiedendo poi un applauso.
"Berlusconi ha deciso di andare a farsi operare in America, facciamogli un bell’applauso", ha detto Bossi parlando dal palco alla fine del corteo leghista.
"Se sente gridare la sua Milano, probabilmente guarisce prima", ha detto ancora Bossi.
Dopo le rivelazini del leader Leghista, Paolo Bonaiuti, il portavoce dell’ex premier, ha rilasciato a sua volta una dichiarazione ufficiale: "Il presidente Berlusconi è negli Stati Uniti per sottoporsi ad alcuni accertamenti medici già previsti".
"Torna presto e guarisci", ha detto infine il Senatur dal palco; poi è tornato sul tema della Finanziaria arringando la folla come ai "vecchi tempi".
Cori su "Roma ladrona" e Bossi pronto a sfoderare il dito medio quando ha toccato il tema di un disimpegno personale. "Io non mollo, è qualche imbecille che vuole farmi mollare, ma non mollo", ha detto il leader parlando poi di Finanziaria e del futuro del partito del Nord. Bossi ha annunciato che entro due settimane sarà ripristinato il parlamento padano. "L’unica soluzione – ha detto il leader leghista – è il voto. E’ ora che chi sta nei palazzi con le orecchie tappate senta la voce del popolo".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.