Cena bosniaca per non dimenticare Srebrenica

La organizza domenica il circolo Sancho Panza. Sarà ospite il dottor Giuseppe Terrasi, unica presenza internazionale permanente nella città dell'eccidio

Una cena dedicata alla Bosnia Erzegovina, per non dimenticare l’eccidio di Srebrenica (11 luglio 1995) e tutti gli altri drammi che hanno colpito questo Paese. La organizza il circolo Sancho Panza, presso l’omonimo locale di via De Cristoforis, domenica 17 dicembre alle 19.30.

Parte del ricavato andrà a favore del progetto ICMO (Centro di Ricerca per l’Educazione alla Pace) del Dr. Giuseppe Terrasi, unica presenza internazionale permanente a Srebrenica.
Sarà un’occasione per assaporare alcuni piatti tipici della cucina bosniaca e per conoscere l’esperienza di un italiano che ha scelto di vivere nella città teatro di una delle più terribili stragi dell’era contemporanea. Giuseppe Terrasi lavora per la mediazione, il dialogo e lo scambio interculturale in un contesto ancora oggi difficile, e certi aspetti, sconosciuto. Terrasi ha inoltre ricevuto la Cittadinanza Onoraria del Comune di Caltabellotta, Città della Pace, ed è stato dichiarato "Amico della Città di Srebrenica".
In occasione della serata sarà allestita anche una mostra fotografica.

ICMO, unica presenza straniera permanente in città, porta avanti le proprie attività grazie al sostegno ed alla collaborazione di molte realtà, come la Municipalità di Srebrenica, la società civile di Srebrenica e di Bratunac, l’Ufficio Cultura dell’Ambasciata italiana in Bosnia, la SIOI sezione Lombardia e molte altre.
Il lavoro di ICMO è inoltre sostenuto da riconoscimenti importanti come il conferimento a Giuseppe Terrasi – presidente dell’associazione – del Premio Takunda 2006 (assegnato dal CESVI di Bergamo per la categoria "protagonisti sul campo") e la nomina a membro del Comitato di consultazione della società "Dante Alighieri".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.