Che cosa fare? I lavoratori Digicom si interrogano

La rappresentanza sindacale unitaria dell'azienda cardanese chiede alla proprietà un coinvolgimento diretto

Riceviamo e pubblichiamo 

Che cosa fare?

Questa è la domanda che ormai da più di un anno continuiamo a farci, da quando abbiamo iniziato a chiedere come RSU (rappresentanza sindacale unitaria) di istituire in azienda (Digicom S.p.A. di Cardano al Campo) il premio di risultato. Dopo diversi mesi la controproposta dell’azienda è ancora molto, troppo lontana dalla Nostra, è stata ritenuta non dignitosa e inaccettabile dai lavoratori nel corso delle ultime assemblee sindacali. Che cosa fare? Che cosa fare per spingere, convincere l’azienda? Che cosa fare in una società composta da impiegati, e che forse per questo non ha nella sua storia iniziative di lotta sindacali? Dobbiamo convincerci, convincere i colleghi che solo bloccando i cancelli, impedendo l’accesso al magazzino si potrà ottenere qualcosa? Come fare a definire quale delle 2 posizioni si avvicina maggiormente  a un criterio di oggettività? 

Fino ad oggi abbiamo ritenuto che fosse possibile con il confronto arrivare ad un accordo, rimanendo sempre aperti a trattare la Nostra proposta di 1400€, ma fermi nel chiedere che il premio dovesse essere erogato a partire dal raggiungimento del 3% dell’indice di bilancio ROS (l’utilizzo del ROS come indice di bilancio è stato proposto dall’azienda). La controproposta migliore che abbiamo ottenuto è stata di  neanche 300€ e partendo solo al raggiungimento del 5%.  

La Digicom è un azienda di circa 65 dipendenti, che negli ultimi 3 anni ha avuto utili mediamente superiori a 750.000€, e ad oggi la cifra messa a disposizione per il premio di risultato (premio previsto nel Contratto Nazionale di Lavoro dei metalmeccanici) è inferiore a  20.000€. Anche la proposta di rivalutare il premio feriale fermo da 20 anni a 800.000£ (400€) non è stata presa in considerazione. 

In questi mesi abbiamo organizzato 3 ore di sciopero, per il mese di dicembre abbiamo pianificato 8 assemblee e chiesto per l’ennesima volta un coinvolgimento diretto della proprietà e del direttore generale nella trattativa ma ancora nulla. 

Che cosa fare?  

RSU Digicom

Cristian Aiello FIOM CGIL

Laura Lombardo FLMU CUB

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.