Cittadella della scienza, rinnovata la convenzione

Il Comune ha dato in concessione per nove anni alla società "G.V Schiaparelli" il centro astronomico del Campo dei fiori

Alla quasi unanimità – il consigliere Pitarresi del Pdci si è astenuto – il Consiglio comunale ha rinnovato la convenzione con la società astronomica “G.V. Schiaparelli” per la gestione della “Cittadella delle scienze” del Campo dei fiori. Tale convenzione ha una durata di nove anni, dal 1 luglio 2006 al 30 giugno 2015.

 

I termini principali del contratto prevedono che Palazzo Estense si faccia crico di un contributo annuo di € 102.678, rivalutato annualmente secondo gli aggiornamenti Istat, delle spese di riscaldamento degli immobili e di quelle per la mautenzione straordinaria degli impianti e delle strade di accesso alla Cittadella.
Da parte sua la società beneficiaria della concessione è tenuta a presidporre, entro due anni dalla data di sottoscrizione, un progetto per l’utilizzo dell’energia eolica, dell’energia luminosa e di biomasse, al fine di produrre energia elettrica e termica da impegnarsi per rendere le strutture della Cittadella autonome ed indipendenti sotto il profilo dei consumo.

 

Inoltre, anche se per ragioni di tempo, non è stato possibile inserirla nel deliberato, in sede di commissione l’assosseore Federiconi ha recepito una raccomandazione del consigliere Ibba (Udc), che chiede di coinvolgere in alcune attività della Cittadella anche l’Univesrsità dell’Insubria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.