Colf infedele in manette

Una donna di 57 anni ha sottratto soldi e gioielli a un'anziana. Incastrata grazie alla segnalazione di una vicina di casa della vittima

Aveva accumulato una fortuna ai danni di un’anziana presso cui lavorava. Per fortuna però, ieri mattina (15 dicembre), la Polizia ha messo fine a una situazione davvero triste.

Una donna di 57 anni, da parecchio tempo al servizio come collaboratrice familiare di un’anziana signora residente nel centro di Busto Arsizio, ha sottratto nel corso degli anni soldi e gioielli del valore complessivo di alcune migliaia di euro.
A interrompere questo furto "continuato" è stato l’intervento di una vicina di casa e amica della vittima, che ha comunicato i propri sospetti alla Polizia. La donna ha così inserito nel portafoglio dell’anziana alcune banconote "segnate", per un totale di 150 euro; nel corso di poche ore però il borsellino era stato alleggerito di 70 euro. A quel punto sono entrati in azione gli agenti, cui la vittima ha anche denunciato la sparizione di un monile prezioso.

I poliziotti hanno così identificato la colf e, nel corso di una perquisizione, hanno rinvenuto sia le banconote segnate, sia il gioiello stesso. A casa della 57enne inoltre sono stati trovati altri oggetti preziosi sottratti alla datrice di lavoro nel corso degli anni che ha permesso di stimare l’ammontare dei furti in decine di migliaia di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.