Cortei incivili, pagano gli organizzatori

La proposta arriva dalla Circoscrizione 1, su iniziativa del consigliere di An Marzoli. Nel mirino la street parade organizzata da Positi-Va

Chi sporca, paga. La prima circoscrizione annuncia un giro di vite contro i cortei e le manifestazioni che si spingono oltre, lasciando in eredità muri imbrattati ed altri segni di riconoscimento.

 

La proposta, presentata dal consigliere di An Silvio Marzoli, ha raccolto il pieno appoggio della maggioranza ed ha diviso l’opposizione, con la Margherita che si è schierata a favore e i Ds che si sono dichiarati contrari.
In effetti al di là dell’enunciato generale, che impegna la giunta ad attivarsi contro gli imbrattatori di muri, la mozione sembra fatta apposta per colpire i ragazzi di Positi-Va, l’associazione di sinistra che ha organizzato la street parade dello scorso 22 ottobre. I Ds hanno quindi deciso di non avallare questa proposta.
Nel dispositivo di mozione, infatti, si afferma che, in caso non si riesca a risalire ai colpevoli di imbrattamenti e vandalismi, devono considerarsi responsabili gli organizzatori della manifestazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.