Da tutta Italia a Borgomanero per il premio “Storia di Natale”

Sabato successo della cerimonia con recital di Anna Lavatelli per festeggiare i vincitori, Alfredo Stoppa da Pordenone e Roberta Rella di Ciampino-Roma. Tra i premiati una quinta elementare di Gallarate

 

Sabato
scorso alla Fondazione Marazza, presenti le autorità locali,
dal sindaco di Borgomanero Pier Luigi Pastore all’assessore
provinciale all’Istruzione Paola Turchelli, scrittori adulti e in
erba da tutt’Italia si sono ritrovati per la cerimonia finale del
premio “Storia di Natale”
, giunta all’undicesima edizione. Il
pomeriggio è stato animato dal recital musicale di Anna
Lavatelli e Giovanni Caviezel
dedicato alle storie natalizie della
buonanotte contenute nel libro “E’ Natale Bimbambel”, uno dei
successi editoriali di questa stagione.

I vincitori, annunciati da
Roberto Cicala dell’editrice Interlinea (promotrice della
manifestazione con Biblioteca Marazza, Comune, Provincia e Regione,
da quest’anno affiancati dalla prestigiosa rivista “Andersen”),
sono stati proclamati dalla giuria, presieduta da Pino Boero, uno dei
massimi esperti italiani di letteratura per l’infanzia, con
rappresentanti delle istituzioni e addetti ai lavori, da Walter
Fochesato a Eleonora Bellini: la sezione per scrittori adulti è
stato vinta dal racconto “Lo spilunga” di Alfredo Stoppa, autore
di Pordenone; sono stati poi segnalati i testi di Emma Bresola,
Silvia Faini e Maria Adele Garavaglia, che ha ricevuto una
menzione speciale per il racconto “Il Natale di Buch”. Il testo
vincitore della sezione scolastica (di cui le storie più belle
sono state raccolte in un libretto distribuito gratuitamente durante
la cerimonia) è “Un Natale un po’ strano” di Roberta
Rella (nella foto)
di Ciampino (Roma). Premiati anche Chiara Lera e Martina
Triggiani della Scuola primaria Verdi di San Marco di Borgomanero per
“Al parco con Babbo Natale”; Gabriele e Marcello Rava della
classe V B Istituto comprensivo di Govone di Magliano Alfieri,
(Cuneo) per la storia intitolata “Un Natale un po’ strambo”;
gli alunni della classe V B della Scuola Mazzini di Cascinetta di
Gallarate (per il racconto “Un Natale avventuroso”)
; Noemi Crola
classe IV C, della scuola Alfieri di Borgomanero che ha scritto
“La capretta di babbo Natale”; Emma Paonessa della classe V della
Scuola Allegra di Briga Novarese per il racconto “La biblioteca di
Natale”; Beatrice Fusilli di Pescara, di IV elementare (per “La
principessa del mare e i folletti golosi”); Andrea Deambrogio di
Revislate di Veruno, della classe III della scuola primaria di Veruno
per il racconto “La pipa spinosa”; Andrea Annalisa Baiardi di
Novara, della scuola Immacolata, autrice di “La vera storia di
babbo Natale”.

Come è
stato detto in apertura da Cicala, il premio “Storia di Natale”,
fondato nel 1995 con il nome “Cercasi storia di Natale”, è
nato – per primo in Italia – dall’idea che il Natale sia nel
cuore di tutti, al di là dell’età, delle convinzioni
religiose e delle nazionalità. È un’idea condivisa da
moltissimi: è soprattutto un’idea che entusiasma e sollecita
i più piccoli, in particolare gli alunni della scuola
dell’obbligo. “Sono loro i protagonisti del premio – ha detto
il sindaco Pastore – piccoli lettori delle storie scritte dai
grandi, piccoli autori delle loro storie di Natale che piacciono
anche ai grandi”.

Nel
consegnare le targhe della Provincia ai vincitori, l’assessore
all’Istruzione Paola Turchelli si è impegnata a “diffondere
in tutte le province italiane i libretti con le storie del premio e
il bando, che si articola in due sezioni: oltre a quella riservata
agli alunni delle scuole”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.