Droga e ndrangheta, arresti in provincia di Varese

Tra le persone finite in manette due calabresi residenti nel Varesotto. Le indagini condotte dall’Antimafia di Milano

Quarantadue persone sono finite in manette nel corso della giornata di oggi, 12 dicembre in un’operazione antimafia diretta a sgominare un clan della ‘ndrangheta operante tra Lombardia e Calabria. Tra gli arrestati anche due uomini residenti in provincia di Varese. Si tratta di Giovanni Suriano, originario di Crotone agli arresti domiciliari a Lonate Pozzolo e Armando Lerose, di Mesoraca, nel Crotonese quarantaduenne di Busto Arsizio con precedenti penali e titolare di una carrozzeria a Legnano. In entrambe i casi il reato contestato ai due è quello di associazione a delinquere finalizzata alla detenzione e allo spaccio di stupefacenti. Secondo gli inquirenti l’attività dei due veniva effettuata prevalentemente sulle piazze di Milano e di Lecco. Gli arresti nel Varesotto rientrano nell’operazione coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano che è stata mirata contro alcuni presunti affiliati del clan Trovato dediti appunto al traffico di droga e armi. Controlli e arresti sono stati effettuati anche a Milano, Lecco, Catanzaro, Reggio Emilia e Como grazie anche all’attività del Gico della Guardia di Finanza. Nel mirino degli inquirenti tornano dunque i traffici tra organizzazioni malavitose nel sud che si servono anche di basi operative nell’estremo nord della penisola per operare indisturbate.

Solo nella giornata di ieri, 11 dicembre,  sono finite in manette, sempre nella zona del Bustocco e del gallaratese ben 13 persone, tra le 88 che la direzione antimafia di Caltanissetta aveva ordinato di arrestare. Anche in questo caso si è trattato di un’operazione che ha coinvolto Busto Arsizio e Gallarate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.