«Ex fornace, un polo di attrazione per tutti i giovani»

Il presidente del consiglio comunale risponde alle critiche mosse dalla minoranza per il recupero dell’area da 80 mila metri quadri

«La futura realizzazione sull’area Ex-Fornace avrà molteplici effetti positivi per tutta la Città e i Tradatesi, e non solo in termini di denaro che entrerà nelle casse del Comune per realizzare opere e infrastrutture». A rispondere alle polemiche sollevate dal consigliere dei Democratici di Sinistra, Luca Carignola, sul progetto per la riqualificazione della ex Fornace, è Fabrio Tonazzo, presidente del consiglio comunale di Tradate. Il piano integrato di intervento per la riqualificazione della ex Fornace prevede la realizzazione, su un’area di oltre 80 mila metri quadri, di un cinema multisala, un bowling, una palestra, un centro benessere, un albergo, un centinaio di appartamenti residenziali, uno shop center con decine di negozi, una ventina di punti risotoro, oltre 1.700 parcheggi e un’area feste da 2 mila mq che rimarrà di proprietà del Comune.

Galleria fotografica

L'ex fornace di Tradate 4 di 13

Carignola aveva accusato il progetto di far morire i centri storici della città e di creare grossi problemi di viabilità. «Con il recupero e la bonifica di un’area dimessa e inutilizzata si va a creare un polo di attrazione per tutti i giovani del tradatese – spiega Tonazzo -, a cominciare dal multisala e i ristoranti che offriranno una valida alternativa per tutti ragazzi (ma anche gli adulti) spesso costretti fino ad oggi ad andare fino a Cassano, Varese, Como o Legnano per trovare uno spazio simile. A questo vanno aggiunti l’attenzione posta nella realizzazione costruttiva e architettonica (il ponte sospeso dai due blocchi, il grande spazio coperto da una vela all’ingresso,ecc..), i numerosi posti di lavoro che si creeranno all’interno del centro (se ne stimano oltre 500) e le infrastrutture viabilistiche che verranno realizzate contestualmente».

«Per quanto riguarda i negozi non credo che faranno concorrenza a quelli presenti in centro città – conclude il presidente del consiglio comunale -: negli altri comuni dove è stato realizzato un centro acquisti (Varese, Gallarate, ecc…) non c’è stata nessuna ricaduta. Anzi, è un incentivo in più agli abitanti del circondario per recarsi a Tradate e visitarne il centro. D’altronde non c’è centro acquisti al coperto che possa competere con la passeggiata in centro, soprattutto d’Estate. Consideriamo anche che lo stesso intervento si sarebbe potuto realizzare in uno qualsiasi dei comuni limitrofi, con tutti i disagi ma senza nessun beneficio né centesimo di Euro (basti pensare all’Esselunga a Vengono Inferiore). Considerando tutti i vantaggi che avranno Tradate e i Tradatesi, credo che la scelta sia stata coraggiosa e ben motivata».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 dicembre 2006
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L'ex fornace di Tradate 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.