Fugge in autostrada per 50 chilometri, la fermano a Milano

Inseguimento mozzafiato in tarda mattinata lungo la A-8. La donna, alterata dalla cocaina, finisce la sua corsa contro un’auto in Corso Sempione

Completamente «imbottita di cocaina», come ha dichiarato lei stessa agli agenti al termine dell’ inseguimento, ha percorso praticamente tutta l’autostrada A8 a folle velocità, per sfuggire alle forze dell’ordine. La  corsa di Vanessa Perrucchetti, alla guida di una Renault Clio rubata poco prima, si è quindi conclusa in corso Sempione a Milano, dove si è scontrata con un’altra vettura.

 

Tutto comincia alle 6.30 di lunedì mattina, quando – secondo la ricostruzione fornita dalla Polizia varesina – la Perrucchetti ruba la Clio nel quartiere varesino di Biumo Inferiore, assieme ad un complice senegalese. Il proprietario della vettura si accorge però del furto, e avverte immediatamente la Polizia. Poco dopo, intorno alle 7, una pattuglia della Volante rintraccia la vettura presso l’autogrill di Castronno dell’autostrada A8, in direzione sud. L’uomo sta entrando nella stazione di servizio, la donna è al volante dell’auto con il motore acceso. Appena si accorge della presenza della Polizia, abbandona il complice e si lancia a forte velocità in autostrada. La pattuglia parte subito all’inseguimento, allertando anche la Polstrada. All’operazione partecipa anche la Squadra Mobile, che si trova in zona per l’operazione condotta nella notte a Busto Arsizio. L’inseguimento si rivela fin da subito molto problematico, perché l’autostrada è già parecchio trafficata dai mezzi che procedono quotidianamente verso Milano. Mentre la donna procede spedita, le macchine della Polizia sono costrette a non forzare troppo sull’acceleratore, per scongiurare il pericolo d’incidenti. Le forze dell’ordine organizzano quindi un posto di blocco a Castellanza, ma la Clio riesce ad evitarlo, superando indenne anche i due caselli autostradali presenti sull’A8.
Giunta a Milano intorno alle 8, la donna – sotto effetto di stupefacenti – si getta nel traffico di corso Sempione. La sua corsa finisce ad un semaforo, quando decide di passare col rosso e buttarsi sulla corsia opposta. La Clio si scontra con un’altra vettura, sia la Perrucchetti che l’altro conducente riportano delle fratture multiple. Entrambi vengono portati in ospedale, lei al Fatebenefratelli lui al Niguarda.

 

Arrestata e interrogata dagli agenti, la donna – 33enne e residente a Milano – ha  affermato  di essere «imbottita di cocaina», frutto della notte brava trascorsa a Varese, e ha fornito alcune informazioni relative al complice. Si tratta di un cittadino senegalese già noto alle forze dell’ordine, che sono tuttora impegnate a rintracciarlo. La Polizia ritiene che stesse entrando nell’autogrill per tentare una rapina, proposito abbandonato pochi istanti prima di essere messo in atto a causa dell’arrivo della Volante.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.