Il Comune ricorda Clay Regazzoni

Il pilota scomparso era cittadino onorario del paese al confine con la Svizzera

L’Amministrazione comunale vuole ricordare Clay Regazzoni, il pilota di Formula 1 morto ieri in un incidente automobilistico.
Il campione aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dal sindaco di Cantello, Dario Sinapi, l’11 maggio 2001 grazie ai suoi merito sportivi ma soprattutto per la sue grandi doti umane. 
Proprio nella pergamena che gli era stata consegnata cinque anni fa veniva lodato come “tennista, calciatore, pilota fra i più audaci, ottimo professionista serio e combattivo” ma veniva anche sottolineata la sua capacità di essere “difensore dei deboli” che “si fa voce di chi non ha voce” e che anche dopo il grave incidente che l’aveva costretto alla sedia a rotelle continuava “a volare alla stessa velocità di sempre”.
La notizia della sua prematura scomparsa ha commosso il sindaco e gli assessori che hanno ancora vivo nella mente l’emozionante incontro con uno degli sportivi che ha dato di più agli italiani senza voler ricevere nulla in cambio.
L’Amministrazione comunale esprime quindi le più sentite condoglianze ai familiari di Regazzoni, un uomo che continuerà a essere un esempio importante per molte persone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.