Il Piano triennale delle opere premia scuole e viabilità

Tre milioni e mezzo di euro di investimenti in opere, si interverrà anche sul palazzo comunale, bisognoso di interventi

Con la fine dell’anno il Comune di Samarate, fatti i conti in tasca, procede alla stesura del piano Triennale delle Opere, che questa sera è passato all’esame della competente commissione consiliare. In precedenza il sindaco Vittorio Solanti e l’assessore ai lavori pubblici Michele Carlucci avevano presentato alla stampa con evidente soddisfazione le previsioni del piano, che prevede vari interventi scaglionati nel triennio 2007-2009 in più ambiti. Tre milioni e mezzo di euro l’impegno complessivo solo per i lavori del prossimo anno; e questo dopo un 2006 in cui, come rilevava Carlucci, per tutte le opere in programma, ad eccezione del rifacimento dei tetti in amianto delle scuole di San Macario e Cascina Costasono stati assunti i relativi mutui. Tra gli interventi più impegnativi in corso quelli per la caserma dei carabinieri (pronta per il marzo 2008),  e ancora gli studi sulla mobilità e per un piano energetico comunale vocato a risparmio e sostenibilità.

Per il 2007 il piano prevede il completamento delle scuole medie di via Borsi (edificio numero 1, 300.000 €), che si prevede di poter aprire all’uso per il 1° settembre 2008; messa a norma, sostituzione infissi, rifacimento dell’impianto termico per le elementari di via Dante (700.000 €); altri 500.000 € per l’ampliamento dei loculi nel cimitero cittadino. Si sistemerà inoltre la vasca di San Macario – di fatto in territorio di Lonate, ma che serve le fognature di Samarate, per 300.000 €. Un altro mezzo milione andrà per la manutenzione straordinaria del Municipio – facciate, copertura e serramenti. Vi è poi il settore viabilità, con interventi per 700.000 € per creare dossi e moderare la velocità nelle vie Montegrappa, Roma, Diaz, Leonardo da Vinci, Aspesi (quest’ultima sarà asfaltata e dotata di pista ciclabile, come pure il tratto finale di via Agusta). Per giungere al totale delle spese previste si aggiungano interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche e dei marciapiedi – un incarico interno, nell’ottica di valorizzare le risorse umane del Comune – e ancora lavori per la riqualificazione di aree verdi comunali, la manutenzione di palestre scolastiche a San Macario e un altro incarico interno relativo alla sistemazione di strade bianche – collegamento via Diaz/via Roma, percorso ciclopedonale in via della Vittoria.

Per il sindaco Solanti la maggiore soddisfazione è quella di aver rispettato quanto previsto nel bilancio 2006, impiegando a dovere tutte le risorse previste. «Abbiamo cambiato anche le modalità di assegnazione degli incarichi tecnici, non più tramite rapporti fiduciari ma con bandi ad evidenza pubblica, scegliendo i professionisti a seconda della ricchezza del loro curriculum». Fra gli investimenti in corso, Solanti ha ricordato quelli sulla scuola («a favore di quella pubblica» sottolinea), ma anche gli 800.000 euro che trasformeranno il seminterrato – oggi abbandonato – del centro socioeducativo in una funzionale struttura comunale da 900 metri quadri con garage per i mezzi, magazzino comunale, spogliatoi per i dipendenti. «Ci siamo fatti un mazzo così per ottenere questi risultati», chiosa Carlucci, «quando necessario anche supplicando col cappello in mano ma alla fine abbiamo centrato gli obiettivi». L’assessore ha voluto complimentarsi con tutta la struttura dell’amministrazione, dal sindaco fino alle segretarie dell’ufficio tecnico. «Tutti si sono fatti in quattro, ma anche l’anno prossimo servirà un impegno di questo livello. Si lavora giorno per giorno, del resto, a migliorare la macchina comunale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.