Il Rotary club Angera-Sesto apre alle donne

Daniela Quacci entra a far parte del Rotary diciotto anni dopo la fondazione. Il presidente Balzarini:«Momento storico per il nostro club, i tempi sono maturi»

Il Rotary club Sesto-Angera apre le porte alle donne per la prima volta con l’ingresso tra i 66 soci di questo club di Daniela Quacci, professoressa dell’università dell’Insubria. Con lei altri quattro soci hanno fatto il loro ingresso in questo 2006. Vinte tutte le resistenze di tipo maschilistico, che sono alla base della fondazione del Rotary, anche il club del Verbano ha fatto il grande passo. A decretare la caduta della barriera sessista è stato il presidente Edoardo Balzarini. «Per questo club è un risultato storico, i tempi sono maturi per l’ingresso elle donne – sostiene Balzarini – finalmente è caduta la pregiuziale che aveva fatto di questo club un baluardo del genere maschile come è stato dalla sua fondazione nel 1928». Ma il Rotary è essenzialmente, comunque, un club finalizzato all’aiuto di chi è in difficoltà e per questo il motto del Rotary è «servire sempre al di sopra di ogni interesse».

Giovedì 14 dicembre, infatti, si estrarranno i premi della lotteria il cui ricavato andrà alla Rotary foundation, impegnata in decine dui progetto benefici in tutti il mondo. Tema dell’anno rotariano, che va da giugno 2006 a giugno 2007, è l’acqua come dimostrano le manifestazioni in programma legate ai 400 anni del consorzio dell’Olona durante le quali vengono raccolti fondi per l’irrigazione dei campi coltivati in Africa. Ma il bilancio di questi primi sei mesi, sotto la presidenza di Edoardo Balzarini va ben oltre queste iniziative come sottolinea lo stesso Balzarini:«Da inizio anno si è fatta una regata goliardica con raccolta di fondi per la fondazione, si è aiutato l’istituto "Mater orfanorum" di Comabbio, abbiamo affiancato e sostenuto il concrso per cantanti lirici "Mongini" con una Borsa di studio».

Prossimamente si terrà il Rotar Act in occasione del 25° di fondazione del club Sesto Calende – Angera. Prossimamente, invece, varrà consegnato il premio alla professionalità, un riconoscimento dedicato a uomini che si sono distinti per la professione e per la professionalità dimostrata. A Somma Lombardo, infine, il Rotary presenterà il progetto di risistemazione del parco del castello di Somma. Infine anche quest’anno verrà assegnato il premio Paul Harris Fellow, riconoscimento intitolato al fondatore del Rotary.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.