Il Varese riparte dal suo “Pupo”

Luca Ernesto Fiumicelli si allena da oggi con i biancorossi, tornando così nella sua città. Sogliano: "È rapido, eclettico e ha voluto la nostra maglia"

Su di lui, nemmeno una nuvola: la sua fede biancorossa non si discute, il talento neppure. E così "Pupo" Fiumicelli tornerà alla casa madre per dare una mano al Varese che lo scoprì e lo lanciò nel mondo del calcio e che adesso ha bisogno come il pane di un attaccante per dare una scossa alla propria classifica.

«Ci siamo accordati con il Brescia, Fiumicelli da oggi si allena con noi, anche se l’accordo sarà ratificato solo alla riapertura del mercato» spiega il direttore generale del Varese Luca Sogliano.
Fiumicelli, che in realtà si chiama Luca Ernesto e ricalca il doppio nome di Carlo Emanuele Ferrario, suo prossimo partner, arriverà con la formula del prestito fino al termine della stagione. Brescia e Varese però, almeno sulla parola, sono d’accordo di riparlarsi a fine campionato per un eventuale prolungamento, visto che il talento biancorosso ha un contratto con i biancoazzurri fino al giugno 2008.

La scelta di "Pupo" non è stata casuale: «È una seconda punta che fa della rapidità la sua arma migliore. – prosegue Sogliano – Può giocare anche esterno, è eclettico e quando ha saputo che c’era la possibilità di tornare nella sua città ha scelto senza pensarci due volte».

Fiumicelli, 1 metro e 75 per 65 chili, è nato a Varese il 17 aprile del 1985. A lanciarlo in prima squadra fu Giorgio Roselli che nel 2002/03 lo mandò in campo ben 21 volte e venne ripagato con tre reti che contribuirono alla salvezza. Nel campionato successivo "Pupo" andò a segno quattro volte (in 24 gare) e fu uno dei più positivi in una squadra con grossi problemi. Ceduto al Brescia, Luca esordì in serie B nella scorsa stagione, poi collezionò 13 presenze con la Sangiovannese (C1) dove andò in prestito. L’estate scorsa il ritorno a Brescia, con il numero 30 sulle spalle; le zero partite giocate fino ad ora però hanno fatto scattare il nuovo prestito. Questa volta al suo Varese, che ora lo accarezza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.