Internet point al setaccio degli agenti della Digos

Perquisizioni e controlli in decine di "call center": dodici persone nella rete degli investigatori

Gli agenti della Digos di Varese, in collaborazione con il Reparto Prevenzione Crimine Lombardia e con gli uomini della Polizia postale, hanno effettuato una serie di controlli e ispezioni all’interno degli "internet point" e dei "call center" operanti su tutto il territorio provinciale.

L’operazione ha permesso l’identificazione di oltre centro persone; tra queste dodici sono risultate prime dei documenti e quindi portate in Questura. Per nove di esse è scattato il decreto di espulsione dall’Italia, mentre gli inquirenti hanno deciso di fermare le altre tre, che hanno alcuni precedenti e diversi alias per sfuggire alla giustizia.
Molti, si diceva, i "call center"  e gli "internet point" controllati: di questi solo uno è risultato del tutto in regola con la normativa vigente. Per tutti gli altri invece sono scattate sanzioni per mancanza di parte della documentazione necessaria. Un esercizio è invece risultato completamente abusivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.