L’ultimo saluto a Regazzoni, tra i miti del volante

Celebrati i funerali dell'ex pilota ticinese. Presenti alla cerimonia Stewart, Lauda e Fittipaldi

Si sono tenuti nel primo pomeriggio di oggi, nella basilica del Sacro Cuore di Lugano, i funerali di Clay Regazzoni, l’ex pilota ticinese di Formula 1, deceduto venerdì scorso (15 dicembre) in un incedente d’auto nei pressi di Parma.

Oltre millecinquecento persone si sono strette intorno alla moglie Mariapia, ai figli Alessia e Gianluca e ai familiari di Regazzoni, i quali hanno chiesto di devolvere evenutali offerte a favore della lotta alla paraplegia. Clay era particolarmente attento a questo tema, dopo che dal 1980 era costretto a vivere su una sedia a rotelle dopo un terrificante incidente sulla pista di Long Beach.
Tra i presenti alla cerimonia anche molti veri e propri miti del volante, che insieme a Regazzoni hanno contribuito a scrivere le pagine leggendarie della Formula 1 anni ’70, quella che alla perfezione meccanica ed elettronica preferiva il cuore dei piloti e la genialità dei progettisti. E così a Lugano sono arrivati Nicky Lauda, Jackie Stewart, Emerson Fittipaldi, circondati da centinaia di tifosi, appassionati, gente comune. Tutti con gli occhi lucidi per un maestro di simpatia e di sport, che ha segnato un epoca.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.