La Lida chiede un’ispezione ministeriale all’Asl di Varese

L'associazione ha fatto sapere di aver chiesto al ministro della sanità Livia Turco di mandare gli ispettori per verificare i permessi dei macelli di Solbiate Arno e Besano

Riceviamo e pubblichiamo

La LIDA (Lega Italiana dei Diritti dell’Animale) ha chiesto, questa mattina, a mezzo fax, al Ministro della salute Livia Turco, l’avvio di una ispezione all’ASL di Varese per accertare il comportamento dei servizi veterinari e del Direttore Generale riguardo ai macelli di Besano e Solbiate Arno che non risultano iscritti nell’elenco regionale dei macelli riconosciuti e stante ciò le ASL distrettuali continuano a rilasciare autorizzazioni alla macellazione. La vicenda si trascina ormai da anni senza che i Sindaci dei rispettivi comuni, nel ruolo di massime autorità sanitarie locali, e la direzione generale dell’ASL varesina intervengano per impedire la macellazione in stabilimenti non riconosciuti.

 “L’abbiamo detto in tutte le salse che allevatori, commercianti di carni e ristoratori non possono macellare alcunché al di fuori dei macelli riconosciuti, tuttavia, non succede nulla; anzi, l’ASL varesina ha già detto che autorizzerà anche le macellazioni islamiche del 31 dicembre, che, com’è noto, avvengono tramite sgozzamento dei montoni a mente sana – afferma Mauro Bottigelli consigliere nazionale della LIDA – per questo abbiamo chiesto al Ministro di mandare gli ispettori all’ASL di Varese”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.