La Whirlpool soffre ma finisce in bellezza

Varese-Udine 76-63. La Snaidero rimane incollata fino a 1'20" dalla sirena ai biancorossi, meno brillanti di altre occasioni. Ma il finale premia ancora Hafnar e compagni, sempre più in alto

Quel che conta, eccome, è il risultato. E la Whirlpool ne mette in carniere un altro positivo, il sesto nelle ultime sette partite: un ruolino di marcia che ha portato in alto la squadra di Magnano ora a quota 12 punti. Varese ha vinto (76-63) perché è stata capace di reagire ai due momenti peggiori, quando cioè la Snaidero ha messo il naso avanti (al 25’) e poi ha rimontato fino a -2 (al 36’) dopo essere stata a -12. Ancora una volta la chiave della vittoria ha molte facce: quelle di Hafnar e Carter su tutte ma ognuno ha fatto il suo dovere.

Galleria fotografica

Whirlpool-Snaidero 76-63 4 di 8

COLPO D’OCCHIO – Masnago risponde presente anche per l’incontro con Udine, nonostante orario e la diretta tv. Non c’è il pienone ma le tribune danno il loro contributo in termini di numero e di calore. Prepartita da “vogliamoci bene”: giocatori in campo con il cappello di Babbo Natale per promuovere un’iniziativa benefica, sbandierata comune delle tifoserie gemellate, applausi per l’ex Digiuliomaria e per coach Pancotto.

PALLA A DUE – Sulla panchina di casa c’è anche l’infortunato Keys, ma il play non si toglie neppure la tuta per il riscaldamento. Ecco quindi Capin regista titolare di fronte ad Allen, appena arrivato e subito in quintetto. Sotto canestro c’è Fernandez invece di un Howell non al meglio, mentre tra gli ospiti è assente Gigena.

LA PARTITA – Passano quasi 3’ prima di vedere un canestro (Fernandez) in un inizio davvero brutto: Varese senza strafare va sul 9-1 visto che gli ospiti su azione rimangono all’asciutto fino al 6’ abbondante. La partita si anima dopo il 7’, con i primi cambi che riportano a ridosso la Snaidero. Una tripla di Mutombo fissa il primo parziale sul 14-13.
Sono Carter e Fernandez i bracci armati che permettono alla Whirlpool di allungare di nuovo, insieme a De Pol (25-15) finché O’Bannon non dimezza il divario. Negli ultimi minuti c’è ancora spazio per Gergati mentre il ritorno in campo di Galanda dà frutto dopo un inizio da dimenticare. Ancora O’Bannon, in collaborazione con Valters, firma addirittura il sorpasso (29-30) che è il parziale del 20’ perché Holland non ne azzecca una.

Pancotto sceglie la zona per affrontare l’inizio di ripresa, ma Varese l’attacca con profitto e fa cambiare idea al coach arancione. Magnano è però costretto a togliere un Fernandez davvero (terzo fallo). Allen inizia a far salire il numero dei giri al motore, mettendo in difficoltà Capin e allungando sul 36-40. La Whirlpool si aggrappa a 6 punti di Holland e a una bomba di Hafnar per piazzare un parziale vincente di 9-0 propiziato anche da una difesa più tonica. Carter e Hafnar partecipano alla festa con due triple vincenti che permettono ai biancorossi di andare al riposo sul +9: 56-47.

IL FINALE – Varese inizia l’ultimo quarto ancora senza play di ruolo, con Hafnar in regia. Jaacks e Di Giuliomaria colpiscono da vicino ma lo sloveno e Holland replicano alla grande. Howell, dolorante, lascia il posto a Fernandez mentre De Pol, che sente come un derby la sfida a Udine, vola con caparbietà a segnare il +12. Pancotto si affida ancora ad Allen che rosicchia subito 4 punti. Rientra Capin ma Varese scivola: 63-59 al 35’. Arrivano pure un paio di fischi agghiaccianti e Jaacks segna i liberi del -2. Galanda dalla lunetta schioda quota 63 e poi cattura due rimbalzoni, ma la Whirlpool spreca da tre. Un errore di Digiulio e un’ottima difesa uniti a una tripla d’oro di Holland danno il 69-61 a 1’20” dalla fine: è il colpo di grazia. Varese, complice pure tripla di Carter allunga sino al 76-63 conclusivo.

IL PROTAGONISTA – La palma del migliore va a Gregor Hafnar: gioca in tre ruoli, infila 11 punti con tre bombe e non ha paura di sfidare a viso aperto un Jerome Allen già pronto a prendere in mano la sua Snaidero.
.

WHIRLPOOL VARESE – SNAIDERO UDINE 76-63 (14-13, 29-30; 56-47)

Varese: Capin 4 (2-3, 0-2), Hafnar 11 (1-2, 3-6), Howell 3 (1-1), Holland 15 (3-12, 1-4), De Pol 5 (2-2, 0-1), Galanda 10 (3-7, 0-2), Keys ne, Carter 17 (3-3, 3-5), Fernandez 11 (1-2, 3-4), Genovese ne, Antonelli ne, Gergati (0-1 da 3). All. Magnano.
Udine: Lovatti ne, Dri ne, Allen 16 (3-6, 1-3), Zacchetti 2 (1-2), Antonutti 1 (0-2 da 3), Di Giuliomaria 4 (2-4, 0-1), Williams 11 (5-7, 0-1), O’Bannon 14 (2-2, 2-6), Jaacks 6 (2-4), Kastmiler ne, Mutombo 3 (0-1, 1-2), Valters 6 (0-1, 2-3). All. Pancotto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 dicembre 2006
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Whirlpool-Snaidero 76-63 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.