La YamamaY ingrana la quarta e continua a volare

Busto A. - Pavia 3-1. Qualche problema nel primo set, poi Viganò e la difesa trascinano le biancorosse, ancora a punteggio pieno

Non si ferma la corsa della YamamaY Busto Arsizio che si impone per la quarta volta in altrettante partite e si mantiene a punteggio pieno in testa alla serie A2.

Galleria fotografica

YamamaY-Pavia 3-1 4 di 11

A cadere sotto i colpi delle biancorosse (foto: G. Cottini – www.sportlight.it), che hanno anche incrementato il proprio vantaggio sulla diretta inseguitrice (+2 su Nocera Umbra), è stata questa volta la Riso Scotti Pavia, sconfitta per 3-1.
Al PalaPiantanida è andata in scena una gara dai due volti, con la squadra di Parisi che nel primo set ha sofferto non poco il gioco delle avversarie e in particolare della brasiliana Prada. Dalla seconda frazione in avanti però, la YamamaY è tornata a macinare il proprio gioco concludendo i successivi tre parziali senza grosse difficoltà. Da rilevare la prestazione della capitana Natalia Viganò, vera trascinatrice della Yamamay ed il buon lavoro fatto dalla difesa biancorossa, in primis Molinengo.

L’avvio è equilibrato, con Fokkens che cerca una Viganò ispirata e Pavia che risponde con il muro di Prado (7-8); la brasiliana ospite approfitta di qualche errore bustocco e continua a realizzare punti pesanti (12-16). Benini e Parenti (foto: G. Cottini – www.sportlight.it)accorciano, Loikkanen pareggia (17-17) ma dopo poco Pavia ritorna a +4 grazie a diverse imprecisione biancorosse (18-22). Luciani attacca bene ma un errore in battuta di Busto Arsizio regala il primo set alla Riso Scotti (22-25).
Nel secondo game l’approccio della Yamamay è decisamente migliore tanto che Pavia lentamente "sparisce" dal campo con le bustocche in campo sempre più convinte; la partita non decolla a livello di spettacolao ed è caratterizzata da numerosi errori, Loikkanen e soprattutto Viganò però salgono in cattedra e con il muro di Parenti Busto allunga (13-7). Il vantaggio dà tranquillità alle padrone di casa che con la solita Viganò volano fino al 25-14 con cui si chiude il set.

La capitana cede a Loikkanen il testimone di "prima punta" a inizio del terzo set: la finnica mette a terra 5 punti per l’8-3 biancorosso. Parenti e Viganò continuano a pungere ma la Riso Scotti questa volta reagisce e si riporta sotto con Prado. Troppo poco però per arginare la YamamaY che riallunga sul 21-15 (partita interrotta per 5′ per un leggero malore al secondo arbitro Piana) e chiude con Loikkanen e Luciani che firmano il 2-1 (25-18).
Quarto e ultimo parziale senza grossa storia: la parità dura fino al 5, poi Viganò, Loikkanen e un ace di Luciani portano avanti la Yamamay (8-5). Benini, Viganò e Loikkanen non si fermano più (17-9), Luciani affonda il colpo e fa chiamare il secondo time-out alla panchina pavese. Ma è troppo tardi: Molinengo difende l’impossibile costringendo Pavia a forzare fino all’errore del definitivo 25-14.

Yamamay Busto Arsizio – Riso Scotti Pavia 3-1 (22-25, 25-14, 25-18, 25-14)

Busto Arsizio: Viganò 22, Erbetta n.e., Valeriano n.e., Loikkanen 22, Lanzini, Bruno n.e.,  Molinengo (L), Fokkens 1, Luciani 9, Benini 6, Parenti 13. All. Parisi. Battute errate: 10, vincenti: 5; Muri: 13 (Parenti 6). Pavia: Terranova 8, Spinato 2, Horvath 10, Korcz n.e., Pellecchia 5, Jaline Prado De Oliveira 14, Bo, Pollastrini (L), Caroli 11, Malvestito, Zito n.e.. All. Braia.
Note. Battute errate: Bu 10, Pv 7. Vincenti: Bu 5, Pv 4. Muri: Bu 13, Pv 6. Arbitri: Guerzoni – Piana. Spettatori: 796.

Classifica (dopo il 4° turno)
YamamaY Busto A. 12; Nocera U. 10; Arzano, Sassuolo, Piacenza, Cremona, Volta Mantovana 7; V. Roma, Castellana 6; Reggio Emilia, Pavia, Castelfidardo, Bbc Roma 5; Isernia 4; Conegliano 3; Urbino 0.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2006
Leggi i commenti

Galleria fotografica

YamamaY-Pavia 3-1 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.