Laura Pariani torna nel Varesotto per il suo ultimo libro

La scrittirce premio selezione Campiello nel ’98 sarà in biblioteca a Tradate giovedì 7 dicembre per presentare “I pesci nel letto”

Scrittrice e disegnatrice. Con il libro “I pesci nel letto” (edizioni Alet), Laura Pariani unisce le sue due grandi passioni, la scrittura e il disegno, creando una raccolta di quattro racconti inediti che spaziano dai sentimenti alla fantasia. Laura Pariani, che presenterà questo nuovo libro in biblioteca a Tradate il prossimo giovedì 7 dicembre alle 21, torna inoltre in provincia di Varese (è nata a Busto Arsizio) e dove ha vissuto fino a pochi anni fa, prima di trasferirsi in Piemonte. Ha vinto diversi premi nel mondo letterario italiano, tra cui il premio Grinzane Cavour nel ’94, il Premio Selezione Campiello nel 1998, e molti altri ancora.

Sospesa tra mito e storia quotidiana “I pesci nel letto” è la nuova raccolta di racconti di una delle autrici più stimate e premiate della nostra letteratura. Nel primo racconto, che dà il titolo al libro, riviviamo il mondo magico e misterioso dell’infanzia attraverso gli occhi di una bambina. A seguire, un novello Odisseo è costretto a fare i conti con un destino che lo vuole pellegrino per il mondo, fino a quando non avrà espiato una terribile colpa. E poi altre storie di lago, di solitudine, di malinconia. Storie legate da una scrittura sapiente e capace di dare voce a un mondo di sentimenti e di miti come quello narrato dagli antichi e ormai scomparsi cantastorie.
La predilezione di Laura Pariani è sempre stata quella dei piccoli mondi perduti in spazi sconfinati, nella nebbia che avvolge le corti della piana di Busto o nel vento che batte gli altipiani dell’America Latina, o le voci dei "puaritti" che affiorano da questi mondi.

Laura Pariani, laureata in filosofia della storia alla Statale di Milano, è nata a Busto Arsizio nel 1951 sotto il segno dello Scorpione, è cresciuta a Magnago e vive a Turbigo (MI), dove ha insegnato in una scuola superiore fino al 1998. Negli anni settanta ha disegnato e scritto storie a fumetti d’ispirazione femminista. Il suo esordio narrativo avviene nel 1993 con la
raccolta di racconti Di corno o d’oro (Sellerio), con cui si aggiudica il Premio Grinzane Cavour. I suoi libri successivi, nel 1995 Il Pettine e La spada e la luna, ottengono un unanime consenso di critica ed importanti riconoscimenti.
Presso Rizzoli è uscito nel 1997 La Perfezione degli elastici (e del cinema), nel 1999 La signora dei porci, nel 2001 La foto di Orta e nel 2002 Quando Dio ballava il tango. Nel 2000 è apparso Il paese delle vocali edito da Casagrande, nel 2003 L’uovo di Gertrudina da Rizzoli, nel 2004 Il paese dei sogni perduti. Anni e storie argentine (Effigie) e nel 2005, per Casagrande, Tango per una rosa. Ha collaborato alla sceneggiatura del film vincitore del Leone d’oro a Venezia 1998, “Così ridevano” di Gianni Amelio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.