Lombardia, in Consiglio Bilancio e Finanziaria regionale

È iniziata la sessione con l'intervento di Rosi Mauro. IL bilancio della regione per il 2007 è di 22 miliardi e 331 milioni di euro

«La manovra nazionale prevede che le Regioni concorrano al risanamento dei conti pubblici con circa 5 miliardi di euro, corrispondenti al 30 èer cento dei tagli previsti dalla finanziaria: è uno sforzo sproporzionato, soprattutto se si tiene conto che la spesa regionale rappresenta il 20 per cento  della spesa pubblica».
È con questa annotazione che la presidente della Commissione Bilancio e Programmazione della Regione Lombardia Rosi Mauro (Lega Nord), ha aperto la sessione nella quale il Consiglio regionale discute la manovra regionale che comprende il bilancio di previsione per il 2007 e il bilancio pluriennale 2007 e 2009.
«Nonostante lo sforzo sproporzionato che viene richiesto alle Regioni – ha evidenziato Rosi Mauro – Regione Lombardia con  la manovra di bilancio riesce comunque ad assicurare le politiche ritenute fondamentali, in particolare l’avvio di una politica integrata di sostegno che destina 1246 milioni di euro per la non autosufficienza e conferma dell’attuale livello di welfare e qualità dei servizi.  Grazie inoltre al riutilizzo dell’azione di recupero dell’efficienza fatta sulla  spesa di funzionamento della macchina regionale, che permetterà di risparmiare 112,6 milioni di euro nel 2007, 77,7 nel 2008 e 112,7 nel 2009,  sono  aumentati i  fondi per gli investimenti: per il triennio 22007-2009 a disposizione delle politiche regionali ci sono 2422 milioni. Il tutto – ha  detto ancora Rosi Mauro – senza  nuove tasse».
Il bilancio di Regione Lombardia per il 2007 è di 22 miliardi e 331  milioni di euro di cui 14 miliardi e 536 milioni  destinati alla Sanità, 300 milioni per l’acquisto di nuovi treni, 289 milioni per il fondo destinato alle infrastrutture prioritarie, 140 milioni per il fondo alle imprese. E ancora:  97 milioni per il fondo di rotazione a beneficio dei Comuni, 43,5 milioni per il fondo affitti, 40 milioni per il buono scuola, 30 milioni per le strutture ospedaliere, 25,5 milioni per le scuole materne e 4,5 milioni per la valorizzazione del servizio civile.
Dopo la relazione della Presidente Mauro è iniziato il dibattito che si dovrebbe concludere giovedì  con la votazione finale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.