Mediatori immobiliari: in 250 per capire come limitare i danni della finanziaria

Erano a ville Ponti nel convegno organizzato da Fimaa Confcommercio

A Roma trattano con il sottosegretario allo sviluppo economico, a Varese si fermano per un pomeriggio per analizzare gli effetti della finanziaria sul loro ruolo professionale: i mediatori e gli agenti immobiliari della Fimaa – Confcommercio reagiscono così alla manovra del governo Prodi. All’incontro varesino – presieduto da Alberto Pizzirani, presidente nazionale Fimaa, Sergio Bellani, segretario generale Uniascom e Santino Taverna, presidente provinciale Fimaa – hanno partecipato tra gli altri Marcello Ravaioli comandante della guardia di finanza di Varese, insieme a Mauro Temperelli, segretario generale della camera di commercio di Varese, al sindaco di Varese Attilio Fontana, al presidente di Uniascom Carlo Bottinelli e a Rosario Pasquariello vice prefetto di Varese. Oltre a una interessata rappresentativa di mediatori e agenti immobiliari: hanno infatti riempito la sala andrea delle ville ponti in ben 250. A spingerli lì, una situazione che diventa sempre più tesa nella categoria.

 “Negli ultimi anni la categoria è stata colpita da una serie di gravami, dalle norme sull’antiriciclaggio al decreto Bersani. Siamo per l trasparenza, ma non siamo disponibili ad essere utilizzati come capro espiatorio – ha spiegato Alberto Pizzirani, presidente nazionale di Fimaa Confcommercio – siamo consapevoli della necessità di europeizzare la categoria e quindi di rivedere il quadro normativo, ma diciamo no ad interventi parziali e punitivi e si ad un tavolo di lavoro comune”

A Roma, i rappresentanti della Fimaa hanno consegnato al sottosegretario allo sviluppo economico Filippo Bubbico un documento con la richiesta di abrogazione o modifica dell’articolo 32 della finanziaria relativo alla registrazione delle scritture private, cioè compromessi e contratti d’affitto, e l’obbligo per l’agente immobiliare di rispondere in solido delle relative imposte.
Hanno poi posto al sottosegretario l’accento sulla necessità di combattere l’abusivismo, con un coinvolgimento ulteriore delle camere di commercio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.