Molestie davanti a scuola: denunciato un giovane

Una ragazzina è stata seguita e aggredita a Masnago. Individuato un 23enne. Appello dei vigili: ci sono stati altri episodi sospetti, chiamateci

artisticoUn ragazzo di 23 anni ha cercato di molestare una ragazzina di 16 anni mentre si recava a scuola, al liceo artistico di Masnago. Il giovane è stato individuato e denunciato a piede libero per violenza sessuale, ma gli agenti della squadra di polizia giudiziaria della polizia locale di Varese stanno indagando su una serie di episodi simili accaduti in questi giorni nella zona delle scuole di Masnago. Secondo quanto raccontato dalla studentessa, il ragazzo l’ha avvicinata questa mattina, 18 dicembre, verso le otto, a una fermata del bus in centro città e poi l’ha seguita fino a scuola, tentando più volte di baciarla.

La studentessa lo ha allontanato e si è recata regolarmente a lezione. Verso le 11, però, ha notato, dalla finestra, che il ragazzo era ancora nella zona della scuola. Intimorita, si è presentata nell’ufficio del preside per segnalare l’episodio. I responsabili dell’istituto hanno subito chiamato la polizia locale. Gli agenti, dopo aver avuto una descrizione completa del ragazzo, lo hanno individuato poco dopo, mentre si aggirava ancora nei pressi della scuola. Il ragazzo, alto, magro, all’apparenza un ragazzo normale come tanti, è un operaio in cassa integrazione, residente a Varese: secondo quanto risulta alla Polizia locale, che lo ha fermato e successivamente interrogato al comando,  ha qualche precedente per droga, lesioni e danneggiamenti.
Al giovane, il magistrato di turno ha contestato solo questo episodio, per il quale, salvo attenuanti, rischia una pena tra i cinque e i dieci anni. Ma la polizia locale sta indagando su almeno altri tre episodi di atti osceni avvenuti, a Masnago, nella zona del palasport, vicino alle scuole del liceo scientifico e del liceo artistico, e nei pressi di un cinema. In quelle occasioni, giovani studentesse erano state avvicinate da un ragazzo che aveva cominciato a masturbarsi sotto i loro occhi. Gli agenti ora interrogheranno le ragazze per capire se le molestie siano state fatte dalla stessa persona. Non è escluso che episodi di questa natura si siano ripetuti con frequenza in queste settimane. Per questo, la polizia locale lancia un appello a tutte le famiglie di Varese e dintorni: chiunque abbia subito molestie simili, nei giorni scorsi o anche nei mesi scorsi, si metta in contatto con il centralino dei vigili. Il numero è 0332 809222. Gli agenti potranno così verificare se si tratti della stessa persona e tranquillizzare le famiglie che ora vedono con apprensione la presenza di molestatori fuori dai cancelli delle scuole.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.