Monsignor Bettazzi “traduce” il concilio Vaticano II

L'appuntamento è al de Filippi venerdì 15 alle 21

In occasione del 40° anniversario del concilio Vaticano II, evento centrale nella storia del cristianesimo del XX secolo, il Decanato di Varese dedica un ciclo di incontri imperniati sulla tematica: “Tradurre il concilio in italiano”.
Cinque appuntamenti scelti per l’itinerario per la formazione permanente dei laici adulti, ma rivolti a tutti. Venerdì 15 dicembre 2006, ore 21.00, al De Filippi di Varese (in via Brambilla,15), avrà luogo il primo incontro, dal tema: “Concilio Vaticano II, ieri e oggi”, relatore Sua Eccellenza mons. Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea.

Bettazzi ha preso parte al concilio, fin dalla seconda sessione (1963), in qualità di vescovo ausiliare di Bologna, stretto collaboratore del cardinale G. Lercaro. Pochi mesi dopo la conclusione del Vaticano II è stato nominato vescovo di Ivrea; nel post-concilio si è segnalato come una delle voci più attente al rinnovamento dottrinale e a un maggiore impegno della Chiesa cattolica in favore degli ultimi, con gesti pubblici e interventi scritti. Il suo magistero episcopale ha suscitato un ampio dibattito, anche per le forme che i suoi interventi venivano assumendo in campo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.