Morto Ford, il presidente del dopo Watergate

Aveva 93 anni. Repubblicano, subentrò nel 1974 al dimissionario Nixon ma perse le elezioni contro Carter

Si è spento a 93 anni Gerald Ford, presidente degli Stati Uniti tra il 1974 e il ’76. Una presidenza, la sua, piuttosto inusuale: Ford infatti non fu mai eletto ma arrivò alla Casa Bianca grazie a due circostanze particolari.
Nel 1973 infatti il vice di Nixon, Spiro Agnew, diede le dimissioni in seguito a uno scandalo fiscale e il presidente in carica scelse Ford come suo secondo. L’anno successivo però lo stesso Richard Nixon venne travolto dallo scandalo Watergate e fu costretto a lasciare l’incarico. Era il 9 agosto ’74 e Ford salì alla massima carica statunitense; il 38° presidente della storia.

Il suo mandato finì nel 1976, anno in cui lo stesso Ford venne sconfitto dal democratico Jimmy Carter. Sull’esito elettorale pesò probabilmente il "perdono presidenziale" concesso da Ford a Nixon sul caso Watergate dopo appena un mese; una mossa non troppo gradita dall’opinione pubblica americana. Sotto il suo governo avvenne un altro fatto saliente: l’abbandono (nel 1975) del Vietnam da parte delle truppe americane.
In seguito alla sconfitta del ’76 Ford abbandonò l’agone politico per ritirarsi nel suo ranch in California.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.