Muore carbonizzato nel suo appartamento

La vittima è un anziano di 80 anni. Un principio di incendio nella sua abitazione in via Labiena 75 gli è stato fatale

Un anziano di 80 anni, Luigi Mazzarda, è morto carbonizzato nel proprio appartamento, a causa di un principio d’incendio sulle cui cause gli inquirenti stanno ancora indagando. Il fatto è avvenuto domenica sera in pieno centro a Laveno Mombello, al civico 75 di via Labiena . A dare l’allarme un parente che, entrato in casa e avendo visto la poltrona in fiamme, ha tentato di spegnerla con un estintore. Quando nell’appartamento sono arrivati i vigili del fuoco, intorno alle 19,  per l’uomo, ancora seduto sulla sua poltrona, non c’era più nulla da fare. 

Oltre ai vigili del fuoco di Luino, sono stati allertati i vigili del fuoco di Varese, che sono usciti con l’autoscala e l’autobotte. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Luino e il 118.
In questi casi, fanno sapere i vigili del fuoco, possono essere molte le cause che scatenano un incendio: un malore, mentre si sta fumando una sigaretta (ipotesi più probabile in questo caso), o un corto circuito di qualche apparecchiatura, ma pare che la poltrona non fosse elettrica e l’anziano non usasse la termocoperta.

Secondo alcune indiscrezioni, la vittima soffriva di cuore e non era la prima volta che si addormentava sulla poltrona con la sigaretta accesa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.