Nuovi spazi per i giovani: il dialogo è possibile

Venerdì la commissione per i servizi sociali del Comune ha approvato l'ordine del giorno sull'esigenza di luoghi di aggregazione

Nella seduta di venerdì scorso la commissione consiliare del Comune di Varese per i servizi sociali e le politiche per i giovani ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno sull’esigenza di spazi associativi nella città. Il problema era stato sollevato da Positi-Va Varese e numerose altre associazioni nel corso della Street Parade 2006: "Riprendiamoci i nostri spazi", questo il titolo del corteo, cui hanno partecipato più di 2000 persone lo scorso 22 ottobre, criticava proprio l’assenza a Varese di spazi gratuiti di espressione ed aggregazione. L’ordine del giorno, presentato dal capogruppo di Rifondazione Comunista in Consiglio Comunale Angelo Zappoli, invita il sindaco ad approfondire le tematiche relative agli spazi ed a riferire in commissione entro febbraio. Nel testo approvato si fa riferimento alle difficoltà che incontrano attività con finalità non commerciali, facendo riferimento allo statuto del comune che recita il soddisfacimento dei bisogni collettivi.

«Si tratta di una questione ancora ai suoi inizi – commenta Gregorio Navarro, assessore ai servizi sociali del comune di Varese – non è stata presa ancora nessuna decisione in merito: la commissione ha manifestato la propria disponibilità a discutere e valutare insieme. Personalmente il mio impegno sarà quello di relazionare in Giunta per poi convocare la commissione e riferire i segni e le valutazioni emerse». Soddisfatti, comunque, i ragazzi di Positi-Va: «Giudichiamo in modo positivo l’esito dell’incontro – si legge in una nota – sottolineando che è un primo voto politico relativo alle nostre richieste approvato senza nessun voto contrario. Riteniamo che tale impegno possa aprire la strada ad una maggiore attenzione delle istituzioni alla realtà dei giovani della città e della provincia.»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.