Omicidio Volpi, undici anni al tunisino

Condannato il giovane tunisino che nell'agosto del 2005 uccise il pensionato nei pressi del cimitero di Capolago

E’ stato condannato a 11 anni e sei mesi il tunisino di 25 anni, Ramzi Sabri, ritenuto responsabile di aver ucciso Mario Volpi, pensionato di 67 anni, di Besano trovato cadavere nei presi del cimitero di Capolago il 28 agosto 2005. A Ramzi Sabri è stato contestato l’omicidio preterintenzionale e la rapina.
L’altro imputato, invece,  Hassine Ben Mouldi Gabsi di 39 anni, anch’esso tunisino, è stato condannato a 3 anni e 4 mesi per reati minori: favoreggiamento, occultamento di cadavere e ricettazione. 
I due tunisini, che erano stati arrestati a settembre a Varese, in piazza Monte Grappa, godranno dei benefici dell’indulto.
Gabsi è stato già rimesso in libertà poichè aveva già scontato più di un anno di custodia cautelare, alla quale si è aggiunto lo sconto di pena garantito dall’indulto.
Al termine del processo (i due imputati hanno scelto il rito abbreviato) è stato confermato quanto era già emerso dalle indagini del pm Domenico Novara: Volpi fu picchiato da Ramzi ma morì d’infarto. L’altro starniero intervenne solo per aiutare il connazionale a nascondere il corpo. Secondo l’avvocato difensore di Ramzi, il tunisino voleva rapinare l’anziano e la reazione violenta è scaturita dal fatto che Volpe aveva tentato di avere un rapporto sessuale con lui.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.